Lazio, si ferma anche Caicedo! Pioggia di assenti, Ramos e Marusic puntano il BVB

© foto www.imagephotoagency.it

Lazio, al Fersini qualche piccola nota lieta, ma anche l’ennesimo stop: si ferma Caicedo per un dolore al flessore

Non c’è pace per Simone Inzaghi. A Formello nel pomeriggio mancano i nazionali che hanno giocato nella serata di ieri, vale a dire Vavro, Immobile e Milinkovic, non si vede neppure Acerbi, di rientro anche lui dal ritiro della nazionale italiana. Manca anche Escalante per problemi muscolari e Andreas Pereira causa febbre, la stessa che non ha consentito all’ex Manchester United di presentarsi in conferenza stampa ad inizio pomeriggio. Non c’è Stefan Radu, che ne avrà almeno fino a metà novembre; non c’è Manuel Lazzari, per lui 15 giorni di stop a causa dello stiramento riportato con l’Italia. Per tentare un 11 contro 11 hanno dovuto aggiungersi Farris, Rocchini e Bianchini oltre a diversi Primavera, tra cui Ndrecka, Novella, Czyz, Cerbara e Raul Moro. Si rivede il Tucu Correa. Che si candida per la titolarità a Marassi. Vi avevamo riportato come l’argentino fosse destinato alla panchina a Genova, ma la novità è di questi minuti: si è fermato Felipe Caicedo.

Per il Panterone qualche allungo nel riscaldamento e poi un dolore al flessore destro. Un breve colloquio con Ripert e il rientro negli spogliatoi, si spera possa essere precauzionale, ma le probabilità di vederlo con la Samp sono a questo punto molto basse. Si va verso Parolo centrale di difesa, Patric si muoverà sul centro destra, sulle fasce Anderson e Fares, che si è allenato anche oggi ed è perfettamente ristabilito. Centrocampo confermato con Leiva, Sergej e Luis Alberto, in avanti ad oggi Correa e Muriqi. Si sono allenati senza forzare con Fonte anche Luiz Felipe e Marusic: sperano di essere arruolabili per l’esordio Champions di martedì sera.