Ex Lazio, Simone Inzaghi nella bufera dopo Roma Inter
Connettiti con noi

Ex Lazio

Ex Lazio, Simone Inzaghi nella bufera dopo Roma Inter: cosa è successo

Pubblicato

su

Ex Lazio, Simone Inzaghi nella bufera dopo la gara di ieri pomeriggio tra Roma e Inter: cosa è successo al tecnico

Continua a tenere banco il “caso” Simone Inzaghi, ex Lazioa margine di Roma-Inter. Come (forse) inavvertitamente svelato da Alessandro Bastoni dopo il big match, il tecnico dei nerazzurri avrebbe chiamato il proprio gruppo nell’intervallo, cercando di motivare i giocatori dopo l’inizio complicato contro i giallorossi. 

Se sul campo da gioco la mossa ha portato agli effetti desiderati, è ora sul rettangolo della giustizia sportiva che rischia di aprirsi un nuovo incontro. Questo pomeriggio difatti, Repubblica ha svelato cosa prevede il codice di giustizia sportivo e l’impossibilità per gli allenatori squalificati di interagire in alcun modo con la propria squadra. 

Insomma, quindi cosa rischia Inzaghi? L’ipotesi è di un’altra squalifica, quantificabile in una giornata in più di stop rispetto a quella appena scontata nella Città Eterna. Da non sottolineare, però, l’ipotesi di una multa anche per i collaboratori, qualora venisse verificato anche il loro coinvolgimento nell’organizzazione della chiamata. 

CODICE SPORTIVO – «I tecnici nei cui confronti è stata inflitta la sanzione della squalifica non possono svolgere, per tutta la durata della stessa, alcuna attività inerente alla disputa delle gare; in particolare sono loro preclusi, in occasione delle gare, la direzione con ogni mezzo della squadra, l’assistenza alla stessa in campo e negli spogliatoi nonché l’accesso all’interno del recinto di gioco e degli spogliatoi».

Copyright 2023 © riproduzione riservata Lazio News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 46 del 07/09/2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sport Review s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.