Esclusiva – Silvagni: «Inzaghi cura ogni dettaglio. I miei ex compagni? Lombardi…»

© foto www.imagephotoagency.it

ESCLUSIVA LAZIONEWS24 – L’intervista a Lorenzo Silvagni, classe ’95, ex Lazio e Lupa Roma

Ad Auronzo di Cadore quest’anno c’è stata una ventata di freschezza con tutti i giovani ex primavera presenti nel ritiro veneto. Per parlare di mister Inzaghi e della ‘linea verde’ biancoceleste, la redazione di Lazionews24.com ha contattato in esclusiva Lorenzo Silvagni, ex Lazio nato a Frascati, che ha avuto il tecnico piacentino come mentore ed una lunga e duratura amicizia con i giovani biancocelesti che compongono l’attuale rosa laziale.

Avendo avuto Simone Inzaghi come allenatore cosa pensi di lui? Crede che possa sfatare il tabù del cosiddetto ‘secondo anno negativo ?

«Mister Inzaghi prima di essere un grande allenatore è uno sportivo, nel senso che non sottovaluta nulla, un piccolo dettaglio può fare la differenza. E’ una persona che non molla un attimo la corda dal lunedì fino al giorno della partita. Penso che con il lavoro ed il sacrificio tutti gli ostacoli possano essere superati e sono sicuro che farà un gran lavoro anche quest’anno».

Quest’anno ad Auronzo erano presenti molti suoi ex compagni di giovanili, li ha sentiti per fargli le congratulazioni ?

«Si, ho sentito la scorsa settimana Lombardi. Era in camera con Alessandro (Rossi, ndr), mi ha chiamato e abbiamo ricordato delle serate passate quando giocavamo insieme, siamo stati compagni di stanza ed è come un fratello per me. Sandrino (Rossi, ndr) è una furia, forse rispecchia Inzaghi quando giocava, ha una fame calcistica da far invidia a tutti. Mi sento molto spesso anche con Murgia, abitiamo vicini quindi riusciamo anche a vederci. Più o meno li sento tutti e sono molto contento per loro perchè si meritano tutto questo».

In futuro pensa che questi ragazzi possano diventare delle colonne per questa Lazio ?

«Con il mercato di oggi sarà difficile, ma penso che ognuno di loro sia molto forte. Hanno grandi qualità e devono sfruttare quest’occasione per lavorare e migliorare, prendendo spunto da giocatori con maggior esperienza».

Ora parliamo un pò di lei, per la prossima stagione può fornirci qualche dettaglio su dove giocherà ?

«Per il momento non so con precisione dove andrò, girano voci ma niente di veramente concreto. Spero che queste voci trovino velocemente un reale fondamento, sto lavorando per farmi trovare pronto. Ci credo e come sapete non mollo mai!», conclude Silvagni.