Esclusiva – EZ Design, indossa la storia: la nuova maglia della Lazio è un’opera d’arte!

© foto @Lazio News 24

Esclusiva – EZ Design presenta la nuova maglia storica pensata esclusivamente per i tifosi della Lazio

Storia e tradizione. Sono questi i due elementi principali che ogni tifoso desidera ritrovare sulla divisa della propria squadra del cuore. In un certo senso i fans di Lazio, Cagliari e Spal possono ritenersi soddisfatti, visto che l’azienda Macron nell’ultimo anno ha deciso di puntare proprio su queste caratteristiche. Inizialmente la ricostruzione della casacca di Gigi Riva per i sardi, poi la proposta vintage per i biancocelesti, infine il lancio del colletto rétro per il club ferrarese. Una situazione condivisa da EZ Design (clicca qui per leggere la storia del designer romano) che, circa due anni fa, è stato il primo a spingere verso la realizzazione tali progetti, subito accolti con grande entusiasmo dai tifosi. «Le sorprese non finiscono qui», ha esordito il giovane architetto ai microfoni di Lazio News 24. «Ho elaborato un’idea esclusiva per i tifosi della Prima Squadra della Capitale. Sono stato ispirato da un evento significativo pensato dalla Lazio, ovvero quello di riproporre le casacche più importanti del passato. Seguendo la stessa linea, ho ideato una maglia singolare, capace di racchiudere in sé tutto il Dna della storia ultracentenaria della società laziale».

Twitter @OfficialSSLazio

La jersey di EZ Design infatti non riprende un singolo prodotto, ma unisce alcuni dettagli di tre memorabili maglie del club capitolino:

1) I laccetti vintage. La Lazio nacque nel 1900 come Società Podistica e questo era un elemento che caratterizzava il colletto delle maglie dei corridori.


2) “L’Aquila dei -9”. E’ il simbolo preferito dai tifosi biancocelesti, riproposto sul petto con identico disegno al fine di omaggiarne la storia. Il colore utilizzato è sempre il celeste, in una tonalità che è leggermente più scura rispetto al resto della casacca.

3) Lo sponsor tecnico “Seleco“. Il marchio italiano più amato dai tifosi capitolini. E’ posizionato in modo elegante sulla sinistra, leggermente sopra lo stemma dell’aquila.

4) Lo stemma in onore di Paparelli. Il 18 novembre 1979 Lazio e Roma giocarono un’amichevole in memoria del tifoso biancoceleste ucciso da un razzo. Le squadre utilizzarono delle divise particolari nei colori e nei simboli.

5) La stele della fondazione del club. Nella parte interna della maglia è riportato il testo scolpito nel marmo che si trova a Piazza della Libertà, luogo di nascita della Lazio, nel cuore di Roma.

Il designer termina poi la sua spiegazione: «La maglia è estramemente galante, pensata unicamente per i tifosi. E’ una proposta che riprende l’intera storia della Lazio, che prescinde dalle stagioni e la rende sempre attuale. E’ percebile interamente di color celeste, ma con particolari tono su tono e in rilievo. Spero possa essere gradita da tutti i laziali», conclude Enzo Contenta.

@Lazio News 24

CLICCA QUI PER LEGGERE LE ULTIME NEWS SULLA LAZIO