Connettiti con noi

2014

Coppa Italia Primavera: la Lazio batte l’Inter 4-2 nella semifinale d’andata

Pubblicato

su

Buona la prima per la Lazio Primavera, che nella semifinale d’andata di Coppa Italia, batte i pari età dell’Inter 4-2. Della partita è stato un grande protagonista Keita Balde Diao, che per l’occasione è tornato a giocare con i suoi ‘vecchi’ compagni: lo spagnolo di origini senegalesi ha messo a segno una doppietta e si è procurato il calcio di rigore del 4-1. Le altre due reti sono state realizzate da Josip Elez, entrambe su calcio di rigore. Per l’Inter doppietta di Puscas, con l’ultimo gol figlio di un’insicurezza di Strakosha, che tiene vive le speranze interiste per il ritorno.

PRIMO TEMPO – La Lazio si rende subito pericolosa creando almeno tre buone occasioni con i suoi golden boys Keita e Tounkara. Al quarto d’ora è proprio Keita a sbloccare l’incontro, concludendo una pregevole iniziativa di Lombardi. L’Inter non ci sta e dopo il gol si butta a capofitto nella metà campo biancoceleste, fino al 26′ quando Puscas corregge in rete una conclusione sballata di Eguelfi. Dopo il pareggio l’Inter ha ancora una buona occasione ancora con Puscas, ma non riesce a sfruttarla. La partita si incattivisce e fioccano i gialli. In chiusura di primo tempo Tounkara viene steso in area da Donkor e Baroni fischia il penalty, senza però ammonire l’interista: sul dischetto va Elez che trasforma e fa chiudere il primo tempo in vantaggio ai suoi.

SECONDO TEMPO – Parte di nuovo con il piede sull’accelleratore la Lazio, che dopo dieci minuti dall’inizio della ripresa perde Tounkara toccato duro. Per fortuna in campo c’è ancora Keita, che al 59′ parte in contropiede, si beve mezza difesa interista, Ivusic compreso, e insacca il gol del 3-1 biancoceleste. Il senegalese è scatenato e neanche 5′ minuti più tardi viene falciato in area di rigore ancora una volta da donkor, questa volta ammonito: sul dischetto va di nuovo Elez, che questa volta spiazza Ivusic con un cucchiaio e porta la Lazio sul 4-1. Lo svantaggio per l’Inter si fa pesante, soprattutto in vista della semi-finale di ritorno, perciò i nerazzurri premono sull’accelleratore per cercare di limitare i danni: al 89′ colpiscono una clamorosa traversa ancora con Puscas, che poi riesce a trovare il gol al 92′ su un mezzo pasticcio di Strakosha proprio nel recupero. Dopo 4′ di recupero Baroni fischia la fine.

LAZIO (4-4-3): Strakosha; Pollace, Ilari, Serpieri, Filippini; Elez, Minala, Murgia; Keita, Lombardi, Tounkara. A disp.: Guerrieri, Mattia, Fè, Perocchi, Costalunga, Seck, Pace, Silvagni, Sterpone, Steri, Palombi, Fiore. All.: Inzaghi.

INTER (4-2-3-1): Ivusic; Longo, Donkor, Paramatti, Eguelfi; Palazzi, Acampora; Camara, Capello, Mira; Puscas. A disp.: Maniero, Yao, Pinton, Dalla Riva, Gaiola, Nchama, Baldini, Radu, Palazzi, Dabo, Bigotto, Ventre. All.: Cerrone

Arbitro: Nicolò Baroni (Sez. Firenze)
Ammoniti: 29′ Lombardi, 35′ Ilari, 36′ Paramatti (I), 57′ Murgia, 64′ Donkor (I)
Marcatori: 15′, 58′ Keita (L), 26′, 90+3 Puscas (I), 45+3′, 65′ rig. Elez (L)