Conferenza stampa Sarri: «Potevamo fargli più male. Critiche? Ho una bella faccia di ca..o. Hysaj e Gila...»
Connettiti con noi

News

Conferenza stampa Sarri: «Potevamo fargli più male. Critiche? Ho una bella faccia di ca..o. Hysaj e Gila…»

Pubblicato

su

Conferenza stampa Sarri, le parole del tecnico biancoceleste nel post gara dopo la sfida giocata contro il Bayern Monaco

(inviato all’Olimpico) – Cosi Maurizio Sarri nella conferenza stampa post Lazio-Bayern Monaco.

COME REPLICARE IN GARE MENO IMPORTANTI – «E’ una capacità che non ha nessuno. Ci sono squadre che per capacità tecniche vincono se non si esprimono, noi in questo facciamo più fatica. Poi è un discorso di abitudine a fare più competizioni. La Lazio applicata e determinata come quella di oggi meriterebbe un’altra posizione in campionato. Ma fa tutto parte del pacchetto».

PRESTAZIONE DEI SINGOLI – «Non è che se uno si mette a disposizione del collettivo viene sminuito, se il collettivo tutti vengono esaltati. Oggi era più facile per i singoli fare una buona partita. Sono contento per Cataldi, ha ripreso la strada giusta, così come sono contento di tutti i ragazzi in campo oggi. L’unico appunto è che negli ultimi 15 minuti ci siamo accontentati di vincere, mentre potevamo fargli male».

CONDIZIONI DI GILA E HYSAJ – «Hysaj credo distorsione alla tibia, Gila aveva un po’ di mal di stomaco ma non penso sia grave. Il problema è che c’era più di un giocatore in borghese oggi. Il dubbio è recuperarne qualcuno in maniera veloce. Giocare questa serie di partite con la rosa a disposizione stasera diventa complicato».

GIORNO PIU’ BELLO DA QUANDO E’ ALLA LAZIO – «E’ una soddisfazione fare risultato con queste squadre. Ma il derby un po’ di più».

BENE DEI TIFOSI E APRIRE UN CICLO – «Non è un mese che son qui, poi aprire in Italia i cicli non è come in Inghilterra, qui è più complicato. Io qui sto benissimo, ci fosse la possibilità di fare un piccolo salto di qualità farebbe piacere per me, per la società e i tifosi. Ho lottato questi tre anni per arrivare a questo. Abbiamo giocato con una squadra che fattura 800 milioni l’anno. Diventa tutto complicato».

PIU’ CONTENTO O ARRABBIATO – «Soddisfatto per aver vinto con una delle più forti al mondo, arrabbiato perchè potevamo fargli ancor più male. Il campionato fa parte del pacchetto. Si fosse forti in quattro competizioni senza avere cali si avrebbe una cilindrata mentale che farebbe fatica ad avere anche il Bayern. Stasera son contento, domattina…».

IMMOBILE – «Sarà stato un gesto scaramantico».

COSA PROVA PER I TIFOSI – «Atmosfera elettrizzante, mi fa piacere che il popolo laziale possa gioire e fare festa. Poi uscire vivi da là sarà durissima. Prendiamoci questa soddisfazione, abbiamo partecipato a una festa. Domani torniamo a lavorare».

IMMOBILE – «Sta meglio fisicamente, tira fuori prestazioni sempre migliori. Era dura toglierlo stasera, ma il rischio di tirarlo ai limiti non me la sento di correrlo. Partita generosa, sta crescendo. L’importante è che abbia continuità in allenamento e nelle prestazioni. Se è il giocatore di stasera mi fa parecchio».

RISPOSTA ALLE CRITICHE – «Il problema degli infortuni è pesante. Non abbiamo la rosa del Bayern. Si è messo dentro Patric che è tornato in gruppo ieri, abbiamo fuori tutti i centrocampisti centrali con solo Cataldi a disposizione e con il calendario a cui andiamo incontro può essere problematico. Critiche? Non leggo e non mi importa di niente. Ho una bella faccia di cazzo».

Copyright 2024 © riproduzione riservata Lazio News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 46 del 07/09/2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sport Review s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.