Cluj, Alexandru (Eurosport Romania) avvisa la Lazio: «Dovrà stare attenta»

Cluj Dan Petrescu
© foto @youtube

Ion Alexandru – giornalista di Eurosport Romania – ha avvisato la Lazio, in vista della gara contro il Cluj

La Lazio ha pescato il Cluj nelle urne di Monaco: la squadra romena sarà la prima avversaria di questa nuova Europa League. Rivale da non sottovalutare, come suggerisce il giornalista Ion Alexandru di Eurosport Romania, che a Lazio Style Radio ha dichiarato: «Il Cluj è una squadra molto esperta. L’allenatore, Dan Petrescu, ha giocato al Foggia con Zeman negli anni 90. È molto bravo ed esperto. Il Cluj è la più forte squadra romena da 5 anni. Tanti giocatori sono over 30. Hanno esperienza in Europa, come Ciprian Deac, uno come lui dà quel qualcosa in più nelle partite importanti come queste. Anche il portiere Arlauskis è molto bravo, ha vinto il campionato con la Steaua. Credo che la squadra sia all’altezza dello Slavia Praga – il club con cui il Cluj è uscito di misura nel preliminare di Champions – che ieri ha fatto una grande partita contro l’Inter. Questo rende l’idea della qualità della rosa. La Lazio dovrà fare molta attenzione. Sappiamo che i biancocelesti sono forti, ma qui in Romania speriamo di vincere. Dan Petrescu è molto scaramantico e ogni volta dice che il prossimo avversario che deve affrontare è il più forte del mondo (ride, ndr). Lui sa tutto della Lazio. Prepara le partite al massimo e conosce tutti i punti deboli dei biancocelesti, li ha visti contro la Spal. Credo che avrà qualche sorpresa in serbo per Inzaghi».

RADU – «Radu non vuole giocare per la nazionale e qui in patria in tanti ci sono rimasti male per questo. Lui ha giocato nella Dinamo Bucarest, la squadra tifata dal 20% della Romania. La Steaua, rivale storica, ha invece il 40% dei tifosi. Quindi Stefan avendo giocato nella Dinamo non è così amato, in più non volendo giocare per la nazionale da 6-7 anni ha peggiorato questa cosa. Comunque è un grande giocatore. È alla Lazio, una buona squadra italiana, da tantissimi anni. L’ho visto in tv tante volte, sente molto il derby con la Roma. È un ragazzo molto intelligente. Speriamo possa intraprendere anche la carriera da allenatore».