Connettiti con noi

News

Capello: «Il talento spesso viene confuso. Ecco qual è la bellezza nel calcio»

Pubblicato

su

Fabio Capello – presente al Festival dello Sport di Trento – ha parlato della bellezza del calcio e non solo: le sue parole

Raggiunto dai microfoni dei giornalisti presenti al Festival dello Sport di Trento, Fabio Capello ha rilasciato una lunga dichiarazione sulla propria carriera e sull bellezza del calcio.

LA BELLEZZA – «Cosa è per me la bellezza nel calcio? Fare gol dopo 3 passaggi, ad esempio. La bellezza è anche ottenere il risultato anche in base ai calciatori che hai a disposizione. La bellezza sono anche le genialità improvvise dei calciatori come Messi, ad esempio. Due i giocatori che incarnano la bellezza: Paolo Maldini e Franco Baresi, perché trasformavano le difficoltà in cose facili. Avevano personalità e la trasmettevano al pubblico, riuscivano a dare la scossa. Erano simboli di una squadra, il Milan, che hanno incarnato la bellezza».

TALENTO – «Il talento? A volte viene confuso. Si parla di talento anche di calciatori che ne hanno poco. Il talento si intuisce, poi si deve coltivare. E chi lo possiede deve avere una grande voglia di emergere. Ci sono dei giocatori che hanno qualcosa di più e finiscono per fare la differenza. Permettono alla squadra di vincere, ed è davvero difficile raggiungere un obiettivo senza di loro. Cassano aveva un talento smisurato, negli ultimi 20 metri vedeva giocate che gli altri nemmeno pensavano. Ha dato il 50% perché si è accontentato. È stato un peccato non averlo visto al massimo. Però riusciva a compiere giocate uniche. Van Basten era un altro fenomeno. Mi accorgevo tuttavia che sbagliava il modo di calciare le punizioni. Glielo feci notate, riuscì a correggere il modo di batterli e migliorò anche in questo fondamentale. Anche Ibrahimovic si mise a disposizione con me per migliorare e migliorarsi. È una bella soddisfazione per un allenatore vedere che i suoi insegnamenti portano al miglioramento del calciatore».

Lazio News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 46 del 07/09/2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sportreview s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.