Andreazzoli: «26 maggio? Non fui solamente io il colpevole…»

Andreazzoli
© foto www.imagephotoagency.it

Aurelio Andreazzoli, attuale tecnico dell’Empoli, si è soffermato nuovamente sul tema riguardante il 26 maggio

Dopo la sconfitta nel derby e quella in Europa League di ieri sera, la Lazio di Simone Inzaghi deve cambiare assolutamente marcia. Domenica i biancocelesti sfideranno all’Olimpico la Fiorentina dell’ex tecnico Pioli, mentre i cugini giallorossi faranno visita all’Empoli dell’ex allenatore romanista Aurelio Andreazzoli. Proprio quest’ultimo ai microfoni di Sky Sport, è tornato sul tema riguardante l’ormai leggendario 26 maggio. Ecco le parole del tecnico toscano.

26 MAGGIO – «Io credo che se fossero stati solo demeriti miei sarei stato troppo importante e quindi sarei stato irrinunciabile. Invece poi si è rinunciato alla mia presenza e significa probabilmente che i calciatori che hanno partecipato a quella gara erano molto più importanti di me», conclude Andreazzoli.

Articolo precedente
difesaAcerbi e lo scambio di maglie con Russ: «Non si molla mai» – FOTO
Prossimo articolo
La lettera di Cristiano Sandri: «Spero che ‘Il Messaggero’ possa scusarsi così…»