Verona-Lazio, i ballottaggi: dubbio Milinkovic, scalpita Patric. E Lukaku…

Lukaku
© foto www.imagephotoagency.it

Hellas Verona-Lazio, tanti ballottaggi per Inzaghi: attesa per Mauricio, dubbio Milinkovic e idea Patric. Murgia e Lukaku lottano per un posto

Dalla rifinitura di oggi a Formello usciranno molte indicazioni sulla formazione che scenderà in campo per il match contro l’Hellas Verona. A causa dei numerosi infortuni che si sono scagliati sulla compagine biancoceleste, Simone Inzaghi dovrà cambiare diversi interpreti del suo scacchiere ideale. La sensazione è che sarà confermato il modulo con la difesa a tre, schieramento su cui si sta lavorando ormai da Luglio. Ecco l’analisi di tutti i ballottaggi, con particolare attenzione proprio al reparto arretrato:

MAURICIO – Molto dipenderà dall’impiego del centrale brasiliano. Si attende solo il responso delle visite mediche e il consenso della Lega (risposta entro le 12.00). Se Inzaghi lo dovesse chiamare in causa, Lucas Leiva potrebbe avanzare sulla linea dei centrocampisti.

PATRIC O LUIZ FELIPE? – Il tecnico biancoceleste ne sceglierà soltanto uno per occupare il ruolo di centrale di destra: lo spagnolo si dovrebbe adattare «alla Basta», mentre per il giovane sudamericano sarebbe l’esordio da titolare in Serie A. Marusic parte in vantaggio sulla corsia.

MURGIA O LUKAKU? – L’arretramento in difesa di Leiva apre le porte al mediano romano. Anche il belga scalpita però per una maglia dal 1′: con Lukaku in campo (ovviamente da esterno mancino) si passerebbe al 3-5-1-1, Lulic giocherebbe a centrocampo.

DUBBIO MILINKOVIC – Il fenomeno serbo non è al 100% e la sua presenza non è scontata. Inzaghi spera nel suo recupero, altrimenti potrebbe affidarsi a Di Gennaro.

NANI – Il portoghese non è ancora pronto per l’esordio. Residue possibilità di vederlo subentrare nella ripresa, Caicedo è nettamente più in forma.