Un arabo a Roma: Al Shoaibi offre 80 milioni per il 66% della Lazio

© foto www.imagephotoagency.it

Gli arabi all’assalto della Lazio. Secondo quanto riportato dall’edizione odierna de La Repubblica, infatti, l’imprenditore saudita Khalid Al Shoaibi sarebbe disposto a rilevare la Lazio. Questa, però, non sarebbe la solita panzana tirata fuori per illudere il calcio italiano. A mettere le cose in chiare ci sarebbe già un’offerta concreta di 80 milioni per il rilevare il pacchetto azionario di Lotito, ossia il 66,692% della società, valutato circa 24 milioni. Tempo fa, Lotito aveva chiesto 200 milioni per vendere il club, scoraggiando la volontà del figlio del patron della Shoaibi Group, principale fornitore di petrolio nella regione Mena tra Medio Oriente e Nord Africa. Ora la cifra offerta però è quella difficile da rifiutare: 80 milioni che, se dovessero alzarsi a 100, potrebbero far seriamente vacillare il fin qui irremovibile presidente Lotito. Ad assicurare sull’affidabilità di Al Shoaibi, arriva la testimonianza di Vincenzo Morabito, agente Fifa e amico dell’imprenditore: “Fattura miliardi di euro l’anno con il suo gruppo petrolifero”.

Appassionato della Lazio dal 2002, da quel viaggio a Roma che fece scoccare la scintilla con il club biancoceleste. Quel viaggio nel 2002 che portò alla nomina di suo padre come Commendatore della Repubblica per le sue enormi attività tra Italia e Arabia Saudita. L’ultima apparizione di Al Shoaibi risale al 21 ottobre scorso, quando, insieme a Morabito e Vincenzo D’Amico, ha assistito dalla tribuna al 3-2 contro il Milan.

La solita favola araba? Chissà però che questa volta non diventi realtà. Lotito permettendo.

Articolo precedente
Lotito festeggia la promozione della Salernitana: “Venite allo stadio e vi porto in Serie B”
Prossimo articolo
Rivoluzione biancoceleste: via Dias e Biava, Tare pensa a Lodi e non solo…