Strootman: «Mi scuso con Cataldi, che errore lanciare l’acqua». E su Rudiger…

© foto www.imagephotoagency.it

AGGIORNAMENTO DELLE ORE 10.00 – Ecco la continuazione dell’intervista: «Giustizia è fatta? Certo. Quando mi era arrivata la notizia sono rimasto sorpreso. Pensi che stavo dormendo e a un certo punto è arrivato il messaggio sulla nostra chat di squadra, con tutti che commentavano: “È incredibile”. Detto questo, non dovevo buttare l’acqua a Cataldi. È stata una cosa non sportiva. Certo, lui faceva delle cose, ma è comunque colpa mia. Però non sarebbe stato giusto squalificarmi per simulazione. Caduta sospetta? Non voglio parlare di questo. Dico solo che ho sbagliato a tirare l’acqua e chiedo scusa». Poi sulla reazione di Rudiger in seguito alle dichiarazioni di Lulic: «Dopo aver sentito quelle parole non era triste, solo sorpreso. Se Lulic pensa davvero quelle cose mi dispiace per lui. Se due anni fa Rüdiger vendeva calzini e ora gioca così nella Roma, vincendo anche il derby in questo modo, vuol dire che ha lavorato bene». Infine il pronostico su campionato e Champions: «Va bene, ma non in ordine di arrivo se no su twitter si arrabbiano. In A dico Roma, Juve e Napoli; in Europa, Real Madrid, Bayern e Barcellona».

 

Quella passata è stata una settimana ricca di polemiche e colpi di scena: dalla squalifica di Strootman al ricorso vinto. Per la prima volta dopo il derby, l’olandese – sulle pagine de La Gazzetta Dello Sport – torna a parlare dell’episodio che lo ha coinvolto in prima persona: «Mi scuso con Cataldi. Il Milan? Non lo vedo in Champions. Squalifica incredibile, giusto toglierla. Ma che errore lanciare l’acqua».

Articolo precedente
Roma, Sabatini: «Vi spiego perchè Strootman si è lasciato cadere». E su Lotito…
Prossimo articolo
lulicEspresso sulla fascia sinistra: Lulic uomo ovunque