Sticchi Damiani: «Ripresa? Non è compito dei presidenti decidere»

© foto @Calcionews24

Serie A, il Presidente del Lecce Sticchi Damiani ha detto la sua sulla ripresa del campionato e le polemiche sorte in merito

Il percorso che porterà l’Italia alla normalità è ancora molto lungo e non privo di insidie, l’inversione del trend del numero di contagiati, però, è incoraggiante e pensare al futuro non sembra più così impossibile. A Radio Bianconera, le parole del presidente del Lecce, Sticchi Damiani:

«La sensazione è quella di provare a ripartire, dopo un primo momento in cui ognuno andava un po’ per i fatti suoi e si facevano tante previsioni di ripresa o di non ripresa che è un esercizio che non mi ha mai entusiasmato, finalmente si è capito che non è compito dei presidenti ma del Paese e delle istituzioni sanitarie decidere quando si potrà ripartire. L’indirizzo che ci viene dall’UEFA è quello di aspettare, se ci saranno i presupposti eventualmente si potrà ripartire perché è l’unico modo per evitare che il sistema calcio imploda su se stesso».

«Ovviamente bisognerà ripartire a condizioni di massima sicurezza e di salute per gli atleti. Se gli esperti ci diranno che si potrà ripartire bene, altrimenti bisognerà mettere una croce su questa stagione e ripartire dalla successiva, sperando che finalmente ci siano le condizioni di sicurezza».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy