Spal Juventus, caos Var e scoppia il caso

© foto www.imagephotoagency.it

Durante la partita tra Spal e Juventus, La Penna ha assegnato un rigore ai padroni di casa con l’ausilio della Var ma in modo particolare

Durante l’anticipo di Serie A tra Juventus e Spal, il classico incontro testa-coda tra la prima e l’ultima del campionato, ci sono stati problemi di comunicazione tra la sala Var ed il dirigente di gara La Penna.

Al 70′ Rugani è entrato in modo scomposto su Missiroli ma l’arbitro non concede il penalty. Seguentemente il quarto uomo richiama l’attenzione del fischietto della sezione di Roma perchè secondo i colleghi il contatto sarebbe da ricontrollare. La Penna allora va all’on field review ma qualcosa non va: oltre ad avere problemi con i microfoni (l’arbitro è costretto a parlare tramite una walky-talky), neanche lo schermo sembra funzionare. Il giudice di gara è quindi costretto a fidarsi dei colleghi davanti gli schermi ed assegna quindi il rigore tra le polemiche della panchina bianconera. Questo episodio ha scatenato la bufera accendendo un caso senza precedenti: è giusto assegnare la massima punizione senza riuscire a vedere l’azione e quindi chiarire il dubbio? La Penna ha ritenuto giusto fidarsi della chiamata dei colleghi e cambiare la sua decisione.

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy