Inzaghi: «Vittoria meritata, nel secondo tempo abbiamo reagito»

inzaghi
© foto www.imagephotoagency.it

Sei gol e tre punti per la Lazio che strapazza il Pescara. A fine partita il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi analizza il match

Dopo la grande prestazione dei suoi ragazzi, Simone Inzaghi è intervenuto ai microfoni di Mediaset Premium: «Ho fatto i complimenti a Parolo. Per noi è un giocatore importantissimo al di là dei gol. Ha sempre segnato, quest’anno un po’ meno ma oggi ha compensato. Abbiamo avuto un momento difficile, ma poi ci siamo riprese e abbiamo fatto nostro il match. Ci siamo guardati a fine primo tempo e abbiamo ricominciato a giocare come sappiamo. Siamo stati bravi e abbiamo meritato la vittoria». Sulla discussione Biglia-Keita: «Non c’è nessun caso Keita. E’ rientrato voglioso, si è allenato bene e ha meritato di giocare. Con Lucas non è successo nulla, è il nostro capitano ed è giusto che dia i consigli ai più giovani. Era un confronto su una cosa accaduta in campo. Negli spogliatoi era tutto tranquillo. Non cerchiamo il pelo nell’uovo, sono discussioni che possono capitare». Europa alla portata: «Abbiamo 43 punti ci mancano 4 o 5 punti che abbiamo perso per strada. Sono contento di allenare questa rosa. Oggi avevo una panchina importante con Lulic, Radu, Bastos e Wallace che giocherebbero in qualsiasi squadra. Dopo il Chievo ti avevo detto che la squadra mi era piaciuta. Nel processo di crescita alcuni incidenti di percorso ci sono. Champions? Dobbiamo rimanere in alto, sono stato fortunato a trovare ragazzi disponibili. Vogliamo continuare a rimanere in alto e vogliamo l’Europa. Derby? Sappiamo che è molto sentito, ma abbiamo tre partite prima con Milan, Empoli e Udinese. Sono tre match che non dobbiamo sbagliare».

Il tecnico biancoceleste ha parlato anche a Sky Sport. Ecco le sue dichiarazioni: «Abbiamo avuto un ottimo approccio nei due tempi, sul 2-0 pensavamo di aver già vinto e giustamente sono arrivati i 2 gol del Pescara. Alla fine del primo tempo siamo stati bravi a resettare e poi con 4 gol ci siamo ripresi i punti lasciati sabato scorso con il Chievo. Per noi Keita è fondamentale; mi ha convinto a farlo giocare con i 3 allenamenti svolti. La squadra ha anche altre risorse, infatti martedì senza di lui abbiamo vinto a San Siro. In Coppa Italia avevamo di fronte la squadra più in forma d’Europa e siamo riusciti a vincere, il nostro processo di crescita prevede anche delle sconfitte immeritate come quella scorsa, ma abbiamo reagito bene oggi. Da migliorare c’è sempre, anche in difesa: però non dimentichiamo che sabato il gol subito è all’unico tiro del Chievo, a Milano c’è stata un’ottima prova difensiva, oggi siamo un po’ calati. Ci siamo allungati e il Pescara tra le linee ha giocatori svelti e tecnici. La reazione c’è stata e con questa vittoria abbiamo sistemato di  nuovo la classifica».

Il tecnico ha parlato anche in conferenza stampa: «E’ stata una vittoria meritata, abbiamo dimostrato di essere in salute. Col Chievo avevo visto la mia squadra giocare benissimo. Ottima gara, unico neo quel quarto d’ora in cui abbiamo smesso di giocare. Non siamo in grado di gestire sul 2-0. Abbiamo rimesso in gara il Pescara. A fine primo tempo ho detto ai ragazzi di stare tranquilli e tornare in campo con l’approccio iniziale. Milan? Dobbiamo prepararla al meglio, vedremo cosa dirà il campo. Parolo? Gli ho fatto i complimenti è un giocatore straordinario per come arriva le due fasi. Quattro goal non capitano sempre. Marco aveva segnato solo a Genova, aveva trovato portieri come Sorrentino che gli hanno negato il goal. Con Keita e Anderson abbiamo bisogno delle mezz’ali che vengano a saltare in area di rigore».