Inzaghi: «Secondo tempo inaccettabile! Dobbiamo analizzare e ripartire subito…»

convocati Inzaghi salisburgo-lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo un primo tempo giocando molto bene, la Lazio crolla al San Paolo e si consegna al Napoli. Simone Inzaghi al termine del match ha analizzato la prestazione della sua squadra

Copia e incolla della gara dell’andata. Napoli-Lazio termina 4-1 dopo il vantaggio di de Vrij. Nel post partita Inzaghi ha analizzato la partita ai microfoni di Mediaset Premium: «Il secondo tempo non siamo entrati in campo e col Napoli lo paghi. Abbiamo fatto un buon primo tempo, ma il gol ci ha condizionato. Nel secondo non siamo stati squadra e abbiamo giustamente perso la partita. Ci è capitato spesso di andar sotto e abbiamo sempre reagito, quello che più mi dispiace è che non abbiamo avuto reazione. Il secondo tempo è inaccettabile, dobbiamo cercare di analizzare e ripartire, già da giovedì. Nel primo tempo sapevamo cosa fare, abbiamo dato pochi spazi a loro per giocare. I loro terzini venivano sempre attaccati e Milinkovic era sempre su Jorginho. Una volta preso il pareggio nel secondo tempo ne abbiamo risentito e questo è inaccettabile. Calo fisico? Più che un calo non siamo riusciti ad assorbire il gol di Callejon, avevamo sfiorato il raddoppio con Parolo, Immobile è stato fermato in posizione regolare. Con un primo tempo così avremmo dovuto chiudere con un doppio vantaggio, per portare a casa il risultato qui dobbiamo stare attenti per 95 minuti, non lo siamo stati e abbiamo perso giustamente. Quello che ora mi preme di più è cercare di capire il secondo tempo, in questi due anni e mezzo avevamo sbagliato qualche spezzone ma mai un intero tempo. Sarà motivo di riflessione, non ce lo possiamo permettere, sopratutto con il Napoli».

Simone Inzaghi è poi intervenuto così ai microfoni di Lazio Style Channel: «La sconfitta probabilmente è arrivata perchè non c’è stata una nostra reazione dopo l’inizio del secondo tempo. Non c’è stato il giusto approccio e la partita è stata persa meritatamente. Non siamo stati bravi a metabolizzare il gol di Callejon, contro il Napoli non puoi mai abbassare la guardia e poi non siamo stati squadra alla ripresa. Nulla è perduto, siamo in una buona posizione di classifica e dobbiamo essere bravi a ripartire con una buona prova giovedì in Europa League. E’ normale che è un brutto periodo ma abbiamo subito la possibilità di riscattarci e dovremo essere bravi a recuperare energie per ripartire dopo 6 mesi di grande lavoro per essere in questa posizione di classifica. Gli episodi stasera sono stati a favore del Napoli, c’è rammarico dopo un primo tempo giocato così». 

Le parole del mister a Lazio Style Radio

«Abbiamo fatto un ottimo primo tempo e non abbiamo assorbito né il primo gol né le due ammonizioni: spiace. Avremmo meritato il raddoppio, ma il Napoli è stato più squadra di noi e ci ha colpito quando doveva. I primi tre gol dovevamo assolutamente evitarli. Abbiamo preso quattro gol, abbiamo preso una partita, c’è rammarico: da giovedì dobbiamo ripartire. Il modulo? Stiamo facendo dello scorso anno, non è un problema. Tre sconfitte consecutive non erano mai capitate, ma dovremo analizzare la questione. Quando si perde è facile criticare, sarebbe troppo facile colpevolizzare Wallace. Il colpevole non è uno solo. Il Napoli merita il primo posto. Roma ed Inter? Sono attrezzate, ma noi siamo in alto e vogliamo rimanerci.  Dobbiamo continuare e andare avanti: la Supercoppa non basta. Felipe Anderson? Sta lavorando a parte, quando farà ciò che deve fare tornerà ad aiutarci».