Salisburgo, Rose: «Non firmo per un pareggio!». Lainer: «In difesa non dovremo sbagliare niente»

© foto www.imagephotoagency.it

Il Salisburgo è arrivato nel primo pomeriggio a Roma e alle 18:30 l’allenatore Marco Rose e il difensore Stefan Lainer, si sono recati nella sala stampa dello stadio Olimpico, per rispondere alle domande dei cronisti presenti

Alla vigilia del quarto di finale d’andata tra Lazio e Salisburgo, si sono presentati in conferenza stampa il tecnico Rose e il difensore Lainer. Il primo a prendere la parola è l’allenatore:

Un giudizio sulla Lazio…

«Domani non credo di incontrare una squadra sprovveduta, noi dobbiamo fare quello che abbiamo preparato e non ci saranno problemi».

Ci sono pressione per la gara d’andata?

«Non vogliamo perdere,vogliamo vincere. Un 2-2? Non firmo per questo risultato».

Che giocatori della Lazio teme di più?

«Rispetto tutti, ma non ho paura di nessuno. Sappiamo che hanno una squadra ottima davanti, ma non temo questa Lazio. È una squadra italiana, quindi c’è da considerare l’aspetto tattico. Ci sarà Immobile, bisognerà giocarsela bene e fare le scelte giuste».


La Lazio è l’avversario più forte che avete affrontato fino ad’ora?

«Sì la ritengo una squadra molto forte. Per caratteristiche e come rosa è superiore a tutte le altre che abbiamo affrontato fin qui».

Come sta la sua squadra?

«Abbiamo due infortuni, non ho una rosa ampia. Voglio vedere una squadra aggressiva, devo gestire il mio gruppo al meglio. Ci vorrà aggressività nel momento in cui verrà meno la tecnica di squadra».

Quanto sarà dura opporsi alla Lazio?

«Sarà emozionante, abbiamo la possibilità di giocare ad alto livello e mostrare i progressi raggiunti. Sarà un gioco intenso, non dovremo commettere errori in fase di impostazione».

 

Iniziano le domande per Lainer:

Come avere preparato questa partita?

«L’importante è lavorare bene dal punto di vista difensivo e rimanere concentrati. Abbiamo preparato bene questa partita e studiato i loro attaccanti. sappiamo che dietro non dobbiamo sbagliare nulla. Uscire dall’Olimpico senza subire gol sarebbe il massimo».

 

La Lazio è l’avversario più forte che avete affrontato fino ad’ora?

«La Lazio è molto forte, non faccio paragoni, ma sicuramente è una squadra che può metterci in difficoltà con i suoi uomini offensivi».

 

Che effetto le farà lo Stadio Olimpico?

«Ha grande storia, contro un grande avversario. Questo renderà tutto ancora più interessante».

Articolo precedente
BergomiBergomi: «Lotta Champions? La Lazio è quella che gioca meglio, ma…»
Prossimo articolo
ausilioAusilio: «De Vrij? Fino al 20 maggio parlo solo dei nostri calciatori»