L’amarezza di De Rossi: «Abbiamo fatto fare alla Lazio quello che voleva». Poi sull’esultanza

De Rossi Filippini
© foto www.imagephotoagency.it

Il capitano della Roma, Daniele De Rossi è intervenuto ai microfoni di Sky Sport, dopo la sconfitta per 1-3 contro la Lazio

Gol inutile quello siglato da Daniele De Rossi sul finale di primo tempo dopo un rigore generoso concesso da Orsato. Il capitano giallorosso ha analizzato il match ai microfoni di Sky Sport: «Il rimpianto più grande è aver penso una partita molto simile alle altre, concedendo alla Lazio di giocare come voleva. Per certi versi siamo stati bravi, è stato un peccato iniziare bene la partita e prendere gol al primo tiro in porta, pareggiare avere occasioni e andare ancora sotto al primo contropiede. Mi sembrano normali le esultanze, foga, rabbia agonistica: poche volte ho visto il rispetto che c’è tra le squadre. Lo sfottò fa parte del derby, non facciamo i bigotti. Sbagliato dire che alcune partite sono decisive, contano tutte. Questa squadra ha giocato tutta la stagione partite decisive. Siamo stati vicini da quelli davanti, ma perdere negli scontri diretti brucia, così come qualche pareggio come Empoli e Cagliari. Totti? Sicuramente perdere il derby perché è tifoso di questa squadra è diverso.. Ci siamo visti in quello di Coppa Italia, con la curva dentro lo stadio avevamo gli occhi lucidi. Non so se è il suo ultimo derby. Non so quanto sia giusto fare una disamina su quello che manca, io devo pensare a fare il mio meglio».