RadioRadio, Agresti: «Lazio non sia prigioniera di Luis Alberto». Focolari: «Decide Inzaghi!»

© foto As Roma 01/10/2017 - campionato di calcio serie A / Lazio-Sassuolo / foto Antonello Sammarco/Image Sport nella foto: esultanza gol Luis Alberto

Antivigilia di Crotone-Lazio su RadioRadio: i cronisti intervenuti in trasmissione hanno commentato così la gara

Sulle frequenze di RadioRadio c’è tempo per fare il punto della situazione in casa biancoceleste all’antivigilia di Crotone-Lazio, in programma nella giornata di sabato per permettere poi alla compagine capitolina di riposare in vista dello Zenit, che giocherà all’Olimpico martedì sera in una sfida decisiva per le sorti del Gruppo F di UEFA Champions League. La notizia del giorno è il rientro di Ciro Immobile, che è entrato nel centro sportivo di Formello alle ore 14, difficilmente sarà dal 1′ in campo in terra calabrese. Milinkovic out per entrambe le sfide, si attendono decisioni su Luis Alberto, mentre Correa sarà chiamato agli straordinari.

Furio Focolari«Vero che la Lazio sta recuperando pezzi, ma se perdi Luiz Felipe e Milinkovic e hai in forse Luis Alberto e Immobile non c’è da stare allegri. Ritorno a dire quanto detto nei giorni scorsi: Luis Alberto deve ricevere una multa grossa, ma la società non si faccia del male da sola. La società ha il diritto di prendere tutte le decisioni che vuole, ma se la società non lo mette fuori rosa e lo lascia agli ordini dell’allenatore, deve essere il tecnico a decidere. Immobile partirà dalla panchina quindi dovrebbe giocare Caicedo con il rientrante Correa».

Stefano Agresti – «Secondo me una grande società non deve avere timore e deve dare una lezione che valga da monito a tutti i calciatori, Luis Alberto lo lascia fuori, forse a maggior ragione nel momento in cui non ho Milinkovic. Se divento prigioniero di Luis Alberto, faccio passare un messaggio sbagliato. Se trasformiamo l’uscita di Luis Alberto in un errore della Lazio, c’è qualcosa di sbagliato».

Alessandro Vocalelli«La mia opinione è questa. Non è una punizione quella di mettere fuori un giocatore, il giocatore si punisce dandogli una multa e facendogli un danno individuale ed economico. Toglierlo dal campo penalizza la squadra e i compagni, e anche l’allenatore. Quello che ci rimetterebbe di meno dall’esclusione sarebbe Luis Alberto».

Franco Melli«Se sono vere alcune voci che il calciatore sarà messo in vendita, allora ci si può aspettare di tutto. Non siamo nella testa della società, certamente non lo trovi in giro uno come Luis Alberto. Se la Lazio pensa di poter andare a Crotone e vincere senza questi titolari, sbaglia l’atteggiamento e la partita non la porta a casa».