Primavera, Chievo-Lazio: in attacco torna una vecchia conoscenza

primavera lazio rozzi
© foto @Lazio News 24

Primavera – Analisi del match Chievo-Lazio: l’attacco dei biancocelesti sarà guidato da una vecchia conoscenza

In attacco si cambia ancora. Dopo Mamadou Tounkara (squalificato per altre due settimane) stavolta tocca ad Antonio Rozzi guidare il baby attacco. Andrea Bonatti, anche lui ancora sotto squalifica, le sta provando tutte per rialzare la squadra, dal terzu’ultimo posto in classifica. Ha una rosa spuntata, si segna col contagocce. Per questo oggi, nella trasferta con il Chievo Verona (inizio ore 14.00), ci sarà il classe 1994 a guidare il reparto offensivo: da settimane si allena con la Primavera, in estate non ha trovato una sistemazione, è rimasto a Formello dove ha lavorato con i fuori rosa. Rozzi dunque torna in campo con la maglia biancoceleste – in una gara ufficiale – a distanza di quasi 5 anni dall’ultima volta: era il 1 giugno 2013, quarti di finale dei play off Scudetto contro il Torino, la Lazio arrivò fino in fondo e si laureò Campione d’Italia (era la squadra di Strakosha, Lombardi, Cataldi e Keita Baldé). Ora i suoi gol servono per allontanarsi dalla zona retrocessione. Il fiuto non può essersi smarrito.

Le probabili formazioni di Chievo-Lazio

CHIEVO (4-3-3) – Pavoni; Pavlev, Kaleba, Pogliano, Michelotti; Bertagnoli, Di Masi, Danieli; Liberal, Isufaj, Juwara. A disp.: Dafovski, Zanchetta, Bran, Costa, Barellini, Zuelli, Gianola, Pedroni, Omayer, Rivi, Ibrahimi. All.: D’Anna.

LAZIO (4-4-2) – Alia; Spizzichino, Baxevanos, Silva, Petro; Lukaj, Marchesi, Miceli, Aliaj; Sarac, Rozzi. A disp.: Furlanetto, Boateng, Kalaj, Falbo, Peguiron, Battistoni, Fidanza, Bari, Javorcic. All.: Ruggieri.

Arbitro: Alessio Clerico (sez. Torino).
Assistenti: Luca Dicosta e Gabriele Bertelli.