Parolo: «Giochiamo contro dodici persone. Espulsione Immobile? Burdisso ha detto…»

parolo
© foto www.imagephotoagency.it

Parolo svela un retroscena: «Burdisso ha detto di non essere stato toccato…»

Lazio-Torino o Lazio contro Var? La decisione dell’arbitro di espellere Immobile e di non concedere il rigore alla Lazio ha condizionato la partita. Al termine della gara Marco Parolo a Premium Sport ha ammesso: «Partita decisa dall’errore dell’arbitro. Una decisione a nostro favore è diventata a nostro sfavore. Tutti pensavano che l’arbitro stesse andando a vedere l’episodio del rigore e invece ha espulso Immobile. La cosa strana è che anche Burdisso ha detto di non essere stato toccato ma la decisione non è cambiata. Capita a noi di sbagliare, oggi ha sbagliato l’arbitro. Si stanno ripetendo un po’ di cose contro. La classifica è questa, mettiamoci alle spalle tutto, dobbiamo pedalare. Giochiamo contro dodici persone e non undici, comunque non siamo ancora alle ultime partite. Immobile è un grande giocatore ma ci sono anche altri che possono segnare. Diamo fastido? Può essere».

A Sky il centrocampista ha aggiunto: «Noi pensavo che stesse andando a vedere il rigore. Invece è andata a vedere una situazione dove Burdisso ha detto anche di non averlo toccato. Ciro non gli ha tirato un testata. È andato solo a muso duro. Forse c’è un occhio maligno nei confronti della Lazio. Nel momento che Burdisso dice di non averlo giocato non c’è neanche bisogno di andarlo a vedere. Sappiamo solo che siamo stati penalizzati. Dai replay si può vedere quello che vuole. Adesso andiamo avanti e pensiamo alle altre partite. Anche a Genoa sul fallo di mano di Ciro c’era Giacomelli alla Var… Purtroppo le partite vengono anche condizionate in questo modo. Noi ci abbiamo provato ma purtroppo 10 contro 11 sei sempre penalizzato».