Le pagelle dei «Laziali in prestito» – Tra rinnovi e cessioni: chi resta e chi parte?

tour Lazio
© foto www.imagephotoagency.it

«Laziali in prestito» – Terminata la stagione, è tempo di bilanci. Molti calciatori rientreranno alla Lazio, sperano in una conferma. Altri invece partiranno nuovamente

E’ tempo di progettazione. Prima della metà di luglio la Lazio si ritroverà in ritiro ad Auronzo di Cadore, entro quella data la società biancoceleste dovrà consegnare al tecnico Simone Inzaghi la rosa di base su cui lavorare per la prossima stagione. Molti calciatori, coloro che per tutto l’anno abbiamo chiamato «Laziali in prestito», faranno ritorno a Formello, decideranno insieme alla dirigenza il loro futuro. Tiriamo quindi le somme, andando a vedere qual è stato il rendimento nell’annata appena conclusa. Si capirà meglio chi ha speranze di restare e chi invece giocherà altrove nel periodo calcistico 2017/2018.

BERISHA 8 – Una stagione vissuta da protagonista e culminata con una storica qualificazione in Europa League per l’Atalanta. L’estremo difensore della Nazionale Albanese sarà senza dubbio riscattato dalla società bergamasca (5 milioni di euro la cifra accordata da Lotito e Percassi la scorsa estate) che necessità di un portiere di esperienza per affrontare l’impegno nella competizione continentale.

GUERRIERI 4.5 – Titolare fra i pali del Trapani per tutto il girone d’andata, il portiere romano ha perso il ruolo con l’arrivo di Mirko Pigliacelli. Troppi errori e poca sicurezza, il passaggio dalla Primavera alla Serie B si è fatto sentire. Il classe ’96 ha pagato anche la sfortunata di trovarsi in una squadra (probabilmente) non attrezzata al meglio per la categoria, la retrocessione diretta in Lega Pro è stata la conferma.

ELEZ 7.5 – E’ terminata la stagione senza dubbio più gloriosa da quando gioca tra i professionisti. Il difensore di Spalato è stato il perno centrale del pacchetto arretrato del Rijeka campione di Croazia, disputando in stagione 39 gare ufficiali. Il club di Fiume potrebbe farsi avanti per l’acquisto del calciatore, ma chissà che l’ex Grosseto non possa fare al caso della formazione di Inzaghi…

MAURICIO 5 – Entra di diritto nella storia dello Spartak Mosca, che dopo 17 anni torna a vincere la Premier League russa. Il brasiliano non è stato considerato titolare (11 presenze tra campionato e coppa) dal tecnico Massimo Carrera, non è un caso che sia stato presente in 4 delle sole 5 sconfitte stagionali. Recentemente ha salutato i compagni, pare dunque scontato che non sarà riscattato dai moscoviti durante la sessione estiva di calciomercato.

PRCE 5 – Una salvezza centrata soltanto all’ultima giornata, ma la svolta del Brescia si chiama: Gigi Cagni. Il calciatore bosniaco della Lazio ha totalizzato soltanto 7 match, dando il suo contributo quando è stato chiamato in causa, tornerà alla base dopo le vacanze.

RAMOS MARCHI 6 – Una bella sorpresa è nata in quel di Salerno. Il brasiliano classe ’97 ha ampi margini di miglioramento, possiede già una buona tecnica. Deve sicuramente crescere dal punto di vista fisico (è alto 1.87 cm), ma ha tutte le possibilità di diventare un buon difensore centrale. Stagione compromessa nel finale da un brutto infortunio, sarà girato in prestito ancora una volta la prossima estate.

GERMONI 7 – Per costanza di rendimento uno dei migliori calciatori mandati in prestito dalla società capitolina. Solo i guai fisici hanno danneggiato il suo ottimo campionato di Serie B con la Ternana, avrebbe anche giocato il Mondiale Under 20 se non si fosse dovuto fermare. La Lazio pone in lui grande fiducia, il futuro sarà deciso nei prossimi giorni.

FILIPPINI 5 – Ha cambiato due casacche nel corso della stagione, ma nè col Cesena e nè con la Virtus Entella è riuscito a trovare continuità. E’ passato il terzo anno in cadetteria, la definitiva consacrazione del terzino romano è lontana un miraggio.

POLLACE 4 – Ennesima bocciatura per l’ex capitano della Primavera biancoceleste che neanche in Lega Pro riesce a trovare fortuna. Soltanto 11 presenze (con le maglie di Gubbio e Racing Roma) nell’anno in cui aveva molto da dimostrare rendono alquanto complicato il rinnovo del contratto in scadenza nel giugno 2018.

CATALDI 5.5 – Discontinuo nel rendimento, il centrocampista laziale ha pagato il difficile momento del club genoano e la salvezza ottenuta soltanto alla penultima giornata ne è una testimonianza. Impegnato a giugno agli Europei Under 21, farà ritorno a Roma dopo le ferie: dovrà ricostruire il rapporto con molti tifosi, che lo hanno accusato di tradimento dopo l’esultanza nel match Genoa-Lazio, tanto dipenderà dal futuro di Lucas Biglia.

MORRISON 4 – C’erano tutte le possibilità di rivalsa, avendo già indossato in passato la maglia del Queens Park Rangers, ma il trequartista inglese non è stato in grado di sfruttarla. Passerà quindi da Formello, ennesimo prestito o risoluzione del contratto?

RONALDO 6.5 – Buona stagione per il mediano verdeoro, soprattutto nella secondà meta. Regista della formazione granata ha messo in luce le sue doti tecniche, pecca ancora dal punto di vista della continuità. Potrebbe essere riconfermato dalla Salernitana.

MINALA 6.5 – Al fianco del compagno appena citato, ha forse vissuto la sua miglior stagione calcistica. Il camerunense può considerarsi un ottimo tassello per il futuro del centrocampo biancoceleste, deve riuscire a controllare gli interventi e gestire meglio i cartellini. Si profila la stessa sorte di Ronaldo.

KISHNA 5 – Soltanto 500 minuti in cinque mesi. Troppo poco per un calciatore che ai tempi dell’Ajax era considerato il nuovo «Messi olandese». Il futuro dell’esterno classe ’95 si deciderà nelle prossime settimane. La Lazio spingerà il suo procuratore, Mino Raiola, a convincere il Lille a chiedere il riscatto.

OIKONOMIDIS 6 – Sufficenza piena per l’esterno australiano che con il suo Aarhus ha raggiunto la permanenza in 1^ divisione danese soltanto nella fase play out. Il totale in stagione recita 20 apparizioni condite da 2 reti e 1 assist. Un contratto fino al 2020 lo lega alla società capitolina, sarà probabilmente girato nuovamente in prestito.

PALOMBI 7 – Se la Ternana è riuscita a risollevarsi e a centrare un’insperata salvezza è anche merito dei gol (8) del bomber di Tivoli. La società romana sicuramente punterà sul giovane, è previsto a breve un vertice con il procuratore per capirne le intenzioni e decidere quale sarà il destino per la stagione che verrà.

PEREA 4 – Non c’è spazio nemmeno al Lugo per «El Coco». I 230′ raggiunti nei nove mesi di avventura spagnola sono davvero un bottino misero. Il centravanti colombiano ha un altro anno di contratto, dovrebbe firmare per l’ennesima cessione temporanea e quindi dirigersi verso la scadenza dei termini del contratto (2018).

ROZZI 4 – Sembra passata una vita da quando vestiva la ‘camiseta’ del Real Madrid, oggi l’ex attaccante della Primavera non riesce a incidere neanche in Lega Pro alla Lupa Roma. Nei 10 gettoni collezionati nel girone d’andata mai è riuscito ad andare a segno, fuori dal progetto tecnico invece dopo il giro di boa. Il suo legame con la Lazio si chiuderà nel 2018, ma non è da escludere la rescissione durante l’imminente sessione estiva di calciomercato.