Lazio, Orsini: «Escalante? Mi fido dell’intuito di Tare»

akgun waldschmidt lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Stefano Orsini, giornalista sportivo del TGR Lazio, dice la sua sulla riapertura degli stadi e sul mercato biancoceleste

Tre settimane e la Lazio tornerà finalmente in campo. In merito a questo ed alla ripartenza generale della Serie A, il giornalista Stefano Orsini si è espresso sulle frequenze della radio ufficiale biancoceleste: «Secondo me c’è la volontà di cambiare le regole. Quello a cui si dovrà arrivare è non mettere in quarantena tutta la squadra, quella avversaria. Per i valori di adesso deve essere cambiato tutto, anche questa regola, che potrebbe essere quella capace di creare più problemi. Riapertura degli stadi al pubblico? Ci sono squadre che hanno 30-40 mila abbonati, diventa complicato in uno stadio che non ha una grande capienza, tipo lo Juventus Stadium. Inevitabilmente si creerebbero assembramenti. Non è facile gestire questa vicenda».

PLAYOFF – «Un campionato anomalo, giochi con delle novità di regolamento. Il playoff non garantirebbe i valori che si sono rispettati fino ad adesso, può vincere anche la sesta, l’ottava, sarebbe una beffa. L’unica grande volontà che c’è è quello di chiudere il campionato, fino a poco tempo fa non c’era. Spero che non ci sia bisogno dei playoff e si concluda il torneo. Occhio al giallo?Questa vicenda dei diffidati c’è sempre stata a fine stagione. Questa volta hai una possibilità in più, credo che ci sarà un grande turnover da un momento all’altro. Proprio fisicamente diventa difficile che i giocatori possano giocare tutte e dodici le partite, è giusto che Inzaghi li gestisca

CALCIOMERCATO – «Corsie esterne? Per dare fisicità Marusic è ottimo se c’è Lazzari dall’altra parte, soprattutto in partite più delicate. C’è anche la possibilità di vedere Durmisi, che potrebbe tornare a Formello a inizio luglio. Escalante? Mi fido ciecamente dell’intuito di Tare, in questi anni hanno portato giocatori di livello. È un calciatore di gamba, d’esperienza, in quel ruolo si è messo in mostra. Aspettiamolo e chi starà meglio, più in forma, giocherà. Acquisto? Se non dovesse partire nessuno, andrei a prendere un giovane centrale di grandissima prospettiva in difesa, che possa dare sostegno ad Acerbi e che possa dare un po’ di respiro all’eterno Radu».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy