Non solo Douglas Costa, lo sputo è un vizio… giallorosso!

© foto www.imagephotoagency.it

Douglas Costa domenica si è reso protagonista di uno sputo in faccia all’avversario, in passato sono molti gli episodi analoghi di stampo giallorosso

Probabilmente è uno dei gesti più antisportivi di cui si possa fregiare un calciatore sul rettangolo di gioco. Quando si è in campo lo stress, l’adrenalina e la tensione possono giocare brutti scherzi alla tenuta psichica di un atleta portandolo a gesti inconsulti. E’ quanto è accaduto in Juventus-Sassuolo a Douglas Costa che ha sputato sul volto di Di Francesco dopo un diverbio di campo. Un gesto che non rende giustizia alla classe del brasiliano della Juventus e che, inevitabilmente, riporta indietro con la mente a molti episodi analoghi verificatesi in passato.

GIALLOROSSI PRIMI IN CLASSIFICA – Facendo mente locale in merito agli sputi famosi del calcio salta all’occhio un dato curioso sui protagonisti del famigerato gesto. Rinfrescare il viso dell’avversario di turno sembra essere peculiarità diffusa tra i calciatori che hanno vestito la maglia della Roma. Ebbene sì, oltre ad essere primi in classifica già dal mese di agosto, i cugini giallorossi sono in testa anche nella speciale graduatoria di questo modo cortese di esternare il proprio disappunto con l’avversario. In questo senso ad aprire le danze fu Zago in un derby Roma-Lazio: in un acceso faccia a faccia con Diego Pablo Simeone, il centrale giallorosso pensò bene di far valere le proprie ragioni scaraventando uno sputo sul viso del mediano laziale. Ovviamente in questa speciale hit-parade non poteva mancare il capitano, Francesco Totti. L’icona giallorossa nell’europeo del 2004 sfilò vicino a Poulsen e non perse occasione di perpretare l’insano gesto. Nel campionato 2004/2005 ancora un ex-romanista si accanisce, avvalendosi dello stesso espediente, contro un ex-laziale: è Walter Samuel a sputare a Pavel Nedved in un vecchio Juventus-Inter. Dulcis in fundo c’è ancora un ex-biancoceleste vittima deglisputi giallorossi‘. Erik Lamela battezza Lichtsteiner in un Juventus-Roma della stagione 2012/2013. Anche campioni del calibro di Lavezzi, Sergio RamosRijkaard in passato si sono fregiati del disonore di aver sputato all’avversario, ma dalle parti di Trigoria sembra essere usanza più che diffusa…

Paolo Pieramici – LazioNews24