Lazio, la rivincita di Claudio Lotito

Lazio scontri
© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente della Lazio fu il primo a volere la ripresa del campionato prendendosi molte critiche, ora tutti lo seguono

La Serie A, come tutto il calcio italiano, è ferma a causa del Coronavirus da ormai due mesi. Il 4 maggio però c’è stata la svolta: i giocatori sono potuti tornare ad allenarsi (singolarmente) nei centri sportivi delle società di appartenenza. Se non fosse stato per Lotito (oggi 63 anni ndr), forse ora si starebbe discutendo dello Scudetto assegnato a tavolino.

Il presidente della Lazio è stato uno dei primi a mobilitarsi per la ripresa del campionato, prendendosi gli insulti di chi la pensasse diversamente. Anche i più scettici ad oggi si sono ricreduti, rendendo possibile la ripresa degli allenamenti nel posto più sicuro per l’incolumità di staff e giocatori: il centro sportivo. Lotito si è preso una piccola rivincita personale verso chi lo avesse tacciato di seguire interessi personali. Va infatti ricordato che la società capitolina è una delle poche, se non l’unica, a non far partire l’intera rosa, dimostrando grande rispetto delle regole. Ogni tanto vanno riconosciuti i meriti del numero uno laziale e se il campionato dovesse riprendere, sarà anche grazie alla sua determinazione. Diamo a Claudio ciò che è di Claudio.

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy