Lotito: «Il mercato? E' presto per parlarne, bisogna prima chiudere il campionato»
Connettiti con noi

Hanno Detto

Lotito: «Il mercato? E’ presto per parlarne, bisogna prima chiudere il campionato»

Pubblicato

su

Lotito, il numero uno della Lazio ha parlato in occasione dell’evento Lega Serie A Charity Dinner riguardo il futuro del club

Ai microfoni dei cronisti presenti, ha parlato Claudio Lotito il quale ha fatto chiarezza sul futuro della Lazio, focalizzandosi sul calciomercato

CALCIOMERCATO – Parlare di mercato ora è fuori luogo. Adesso dobbiamo aspettare la chiusura del campionato, poi stilare i progetti per il futuro. Sulla base di questo allestiremo una squadra in grado di competere alla pari con tutti. La stagione? Contano gli atti formali, non le ipotesi. Conta il posizionamento ufficiale a fine campionato. Abbiamo allestito una squadra per competere con tutti, siamo usciti quasi sempre vittoriosi negli scontri diretti. È un risultato importante, con organizzazione e lavoro si possono ottenere risultati importanti

SENTENZA JUVE – Non sono abituato a commentare le sentenze. Sono stato una di quelle persone che quando veniva puntato il dito contro la Juve ho ricordato che la Juve è un punto si riferimento nel calcio italiano e internazionale. Questo va chiarito e ricordati, gli atti di sciacallaggio non appartengono alla mia persona. La Juve saprà difendersi nelle sedi opportune. Gioire di situazioni che hanno costituito nocumento alle altre non rispecchia i valori del calcio

SARRI – Ho un rapporto ottimo con l’allenatore. È uno degli artefici di questo risultato, ma non il solo. Si ricordi che le sconfitte hanno un solo padrone ma le vittorie dovrebbero essere di tutti. Invece è invertito. Dobbiamo ricordare che è uno sport di gruppo in cui si raggiungono gli obiettivi tutti insieme, ognuno di noi nel proprio ruolo. Quando c’è un lavoro sincrono e lavorano tutti all’unisono, gli obiettivi possono essere raggiunti realmente. Quando uno pensa di essere l’unico artefice di un risultato, gli obiettivi vengono meno. Il mister è una persona che dedica tutta la sua giornata alla Lazio, è un intossicato del calcio, amo definirlo così. Lo dico con grande soddisfazione, è un valore aggiunto per la crescita del gruppo. Insieme potremo fare e faremo grandi cose. La Lazio deve tornare a essere tra le big del calcio: abbiamo il centro sportivo più grande di Italia, uno dei migliori per stessa ammissione di Infantino che è venuto a farci visita. Facciamo tanto per mettere tutta questa organizzazione al servizio della squadra e raggiungere i risultati che voglio grazie all’apporto di tutti

Copyright 2023 © riproduzione riservata Lazio News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 46 del 07/09/2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sport Review s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.