Inzaghi: «Abbiamo reso facile una partita difficile. Ora sotto con il Chievo!» – VIDEO

La Lazio torna alla vittoria battendo 2-0 l’Udinese nel recupero. Queste le parole di Simone Inzaghi nel post partita

Dopo la vittoria sull’Udinese, il tecnico della Lazio Simone Inzaghi, ha commentato così la partita: «Siamo stati bravi a rendere semplice una gara complicata, l’abbiamo interpreta bene sin da subito. Forse potevamo fare un gol in più nel primo tempo, nel secondo invece c’è stato un calo. Il rigore poteva riaprire la partita. Ora recuperiamo in vista del Chievo. Non si è concesso più di tanto, avremmo meritato la terza rete nel primo tempo e poi rischiavamo di prendere gol su rigore. Le partite non sono mai chiuse. Allargare la rosa? Quello sicuramente, avevamo Luis Alberto squalificato, Cataldi aveva un problema al polpaccio. Sono contento di come sono entrati Badelj, Bruno Jordao e Wallace. Tanti gol presi nel finale? Questo è un dato di fatto, è una percentuale alta per tutte le squadre. Le partite si decidono alla fine. Abbiamo perso due punti col Sassuolo che ancora bruciano e non abbiamo raccolto niente a San Siro, ma è inutile guardarsi indietro. Ora guardiamo avanti. Immobile? Non mi preoccupo più di tanto perchè le occasioni le ha sempre. Si è sacrificato, è un momento che passerà con gli allenamenti e la convinzione che lui ha. Corsa Champions? Sarà aperta, nonostante la nostra sconfitta di sabato i giochi sono aperti. L’abbiamo già pagato sulla nostra pelle perdendola all’ultimo quarto d’ora. Si deciderà tutto nelle ultime due giornate».

Il mister biancoceleste ha parlato poi anche nella consueta conferenza stampa:

Sulle scelte difensive

«Radu aveva fatto solo ieri un allenamento completo non era in grado di giocare, Acerbi ha giocato terzo stasera è andato molto bene come Patric e Luiz Felipe, volevo i centrali di parte con il piede giusto. Cataldi non si sentiva dolore al polpaccio per questo ho scelto Jordao che mi convince sempre di più, è entrato con molta personalità è stato bravo come Badelj e Wallace».

Sabato sarà un turno favorevole alla Lazio?

«Dobbiamo guardare a noi, abbiamo solo tre giorni per preparare il match contro il Chievo sin da subito dovremmo essere bravi a fare un’ottima partita».

Su Immobile

«Ha fatto un’ottima gara è stato perfetto nell’assist si è sacrificato a me è piaciuto molto, lo vedo pimpante bello stimolato, non è un problema che non faccia gol, siamo tutti molto contenti di lui».

Infortunati

«Marusic e Radu stamattina hanno fatto un buon allenamento chiaramente non volevo rischiarli, Correa oggi stava un po’ meglio, speriamo di recuperarlo. Leiva sarà squalificato mentre tornerà Luis Alberto».

L’allenatore biancoceleste è intervenuto anche ai microfoni di Lazio Style Channel: «I ragazzi son stati bravi a rendere semplice la partita nel primo tempo. Nel secondo tempo ci siamo un pò abbassati e concesso l’azione del rigore un pò rocambolesca, poi poco e niente. Dovevamo essere bravi a palleggiare, bene Acerbi, Luiz Felipe centrale e anche Patric. Anche i tre subentrati mi sono piaciuti. Jordao? E’ sempre sul pezzo, è un ragazzo che cresce di giorno in giorno. Stasera ha sfruttato bene sua occasione, eravamo senza Luis Alberto e Cataldi che da tre-quattro giorni aveva un problema al polpaccio. Adesso ci sono solo tre giorni per preparare la gara col Chievo, sarà una partita con insidie ma dovremo cercare assolutamente di vincere. Rischio? E’ una squadra organizzata, nel calcio tutte le partite sono difficili. Turnover prima del Milan? Dovrò valutare, ma noi pensiamo unciamente a Chievo poi penseremo al milane  alla semifinale di Coppa Italia».