Lazio, Piscedda: «Giuliano Fiorini era un caro amico»

piscedda
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex laziale ricorda l’amico Fiorini ai microfoni di Radiosei, dove è intervenuto questa mattina per parlare anche di Immobile

Ai microfoni di Radiosei, questa mattina, è intervenuto Massimo Piscedda. L’ex calciatore ha vestito la maglia della Lazio per svariate stagioni, rimanendo attaccato anche dopo a questi colori.

Stamattina Piscedda ha parlato così alla trasmissione Non Mollare Mai: «Giuliano Fiorini era un caro amico, un piccolo Giorgio Chinaglia. Si prendeva sulle spalle la squadra e spesso ci trascinava, perché era a tutti gli effetti un trascinatore. Temperamento e voglia, un esempio per tutti. Ricordo che ci protava la birra sotto la doccia dopo le partite (ride, ndr.). Stasera al San Paolo il trascinatore dovrebbe essere Immobile, lo conosco fin da quando era un ragazzo, è un giocatore in via d’estinzione, sembra uscito dagli anni 70. Il Napoli in questo momento è in grande crisi, una vittoria contro la Lazio potrebbe risollevare il loro morale. Penso che l’aspetto mentale dei biancocelesti sia superiore a quello dei partenopei, detto questo se Inzaghi e i suoi non dovessero passare, non ne farei un dramma».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy