Lazio Napoli, un anno dopo nell’11 di Inzaghi mancano i…senatori!

© foto www.imagephotoagency.it

Lazio Napoli, un anno dopo nell’11 di Inzaghi mancano i…senatori!

Lazio-Napoli è il posticipo della tredicesima giornata di Serie A. La sfida in programma tra un’ora esatta dirà molto delle future ambizioni della Lazio di Inzaghi, chiamata ad una prova d’orgoglio dopo un inizio di campionato non semplice. Il tecnico capitolino ha affrontato e battuto la compagine di Gattuso nello scorso gennaio col risultato di 1-0. Un anno dopo la retroguardia non è cambiata, nè le mezzali Milinkovic e Luis Alberto, lo stesso dicasi per la corsia destra, il cui padrone è ancora Manuel Lazzari. In avanti Immobile è la certezza del reparto ed è la Scarpa d’Oro in carica, quell’11 gennaio Ciro fu affiancato da Caicedo.

Tre le grandi differenze di formazione e di gerarchie che balzano all’occhio. La prima riguarda la porta: Strakosha, che con Inzaghi non aveva saltato quasi mai una partita – se non per concedere qualche passerella a Proto e Guerrieri tra Europa League e finale del campionato 2018/2019 – è diventato il “secondo” di Pepe Reina, che a suon di prestazioni si è preso la porta biancoceleste. Sulla corsia sinistra, Lulic non è più una pedina a disposizione di Inzaghi: giocò dall’inizio in Lazio-Napoli 1-0 per poi sparire dai campi causa infortunio. Il capitano non ha più visto il campo in gare ufficiali. Infine, Lucas Leiva. Quello che costituiva un pilastro dell’11 di Inzaghi, dalla metà della scorsa annata è troppo spesso ai box per infortunio, senza che sia stato trovato un vero e proprio “sostituto”. Per Escalante quella di stasera sarà una delle pochissime apparizioni, lo stesso dicasi per Cataldi, che ha giocato dal 1′ in stagione solo con Juventus e Udinese.