Prestazioni opache e ripetute ingenuità: Lazio, scatta l’allarme Lucas Leiva

© foto www.imagephotoagency.it

Continua a non convincere Lucas Leiva, anche ieri autore di una prestazione insufficiente, che ha compromesso la partita della Lazio

L’errore in occasione del primo gol della Spal a Ferrara, poi il rigore ingenuamente causato a Cluj e l’espulsione di ieri. Se a questo si aggiungono le altre prestazioni mai esaltanti, viene fuori un inizio di stagione da mani nei capelli. Continua il momento nero di Lucas Leiva, espulso a Bologna per doppia ammonizione in maniera troppo ingenua. Rimediare due ammonizioni in quel modo, nel giro di nove minuti non è da lui. La sua esperienza deve essere trainante per tutti gli altri; è tra i pochi nella Lazio a vantare una carriera internazionale di tutto rispetto, che lo rendono anche un leader dello spogliatoio. Ce ne sono pochi in circolazione con la sua personalità e se commette queste ingenuità lui c’è da preoccuparsi.

ALLARME – Un problema muscolare non gli ha permesso di svolgere una preparazione completa, tenendolo anche fuori dal primo impegno ufficiale contro la Sampdoria. Dall’esordio con la Roma, fino alla gara di ieri, il brasiliano non ha mai dato l’impressione di essere quello degli anni passati. Lui è l’equilibratore, colui che essendo al centro tra Luis Alberto e Milinkovic, ha il compito di tenere unita la squadra. Se non gira sono dolori e infatti l’inizio balbettante della Lazio parla chiaro. Ora con l’Atalanta non ci sarà e vedendo le recenti prestazioni, rischia di non essere una cattiva notizia. Il brasiliano però dovrà ritrovarsi in fretta. Anche da lui e dalle sue condizioni, fisiche e mentali passa la stagione. Per ritrovare se stessa, la Lazio non può prescindere da Lucas Leiva.