Connettiti con noi

Campionato

Lazio, i cinque flop del girone d’andata: la difesa non va

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Ci sono dei giocatori che hanno deluso in questa prima parte di stagione della Lazio: ma ecco di chi si tratta

Quando si hanno degli alti e dei bassi c’è inevitabilmente qualcuno che delude e che non rispetta le aspettative. In casa Lazio ci sono stati dei giocatori che, nella prima parte di stagione, non hanno reso al massimo. Ecco i cinque flop del girone d’andata.

ACERBI – La polemica con la Curva Nord è solo la punta dell’iceberg di mesi difficili e complicati. L’ex Sassuolo ha commesso tanti errori, frutto  di poca concentrazione, di nervosismo e forse anche di un non perfetto adattamento ai dettami del nuovo allenatore. Un periodo tutt’altro che brillante per lui e un girone d’andata davvero da dimenticare.

REINA – Partito con i galloni da titolare, ha disputato un gran derby. Poi però è entrato in tunnel fatto di errori, uscite a vuoto, interventi goffi (vedere Lazio-Juventus) e una grande insicurezza. Lo spagnolo non è riuscito a dare garanzia e ha così perso il posto da titolare.

LAZZARI – Già in estate c’erano molti dubbi sul suo possibile adattamento al ruolo di terzino. Dubbi confermati dai fatti e da quanto accaduto in questi mesi. L’ex Spal non riesce a incidere, a entrare nei meccanismi sarriani e sembra lontano parente di quello visto sotto la gestione Inzaghi. La cessione a gennaio sarebbe un bene per ambo le parti.

LEIVA – Il tempo passa per tutti e quindi anche per il brasiliano. L’ex Liverpool sembra esser entrato nella fase calante della sua carriera e in questa prima parte di stagione ha palesato, oltre ai soliti problemi fisici, anche qualche difficoltà a capire i dettami di Sarri. Non a caso infatti il mister biancoceleste gli preferisce Cataldi.

MURIQI – A volte si ha la netta sensazione di sparare sulla croce rossa quando si parla del kosovaro. Ha poche chance è vero, ma non fa praticamente nulla per meritarne di  più. Lento, impacciato, spaesato, demotivato e chissà quanto altro. Impossibile non metterlo tra i flop.