Lazio, la difesa è sotto accusa! Troppi gol subiti per sognare la Champions: i numeri

© foto www.imagephotoagency.it

Lazio, dieci gol subiti, di cui due contro Napoli e Juventus e tre contro Roma e Inter: troppi se si vuole sognare la Champions

L’ha ammesso anche Simone Inzaghi al termine di Lazio-Inter: «Per vincere queste partite, non possiamo permetterci di subire gol come il primo». La prima rete presa dalla retroguardia biancoceleste grida vendetta: in quel caso la difesa era schierata e Luiz Felipe teneva in gioco tutti i nerazzurri. I numeri preoccupano Inzaghi: oltre al tabù relativo alle sconfitte contro le grandi, se ne è aggiunto un altro, quello dei gol subiti in queste partite: dieci, di cui due contro Napoli e Juventus e tre contro Roma e Inter. Troppi se si vuole sognare la Champions. Se n’è accorto anche Massimiliano Farris, e lo testimonia il suo dialogo con Acerbi nel corso del primo tempo.

VIA DE VRIJ, DENTRO ACERBI – Dopo la partenza di de Vrij, la Lazio ha puntato tutto su Francesco Acerbi. Le prestazioni dell’ex Sassuolo sono state sempre ottime, ma contro l’Inter anche lui ha incappato in una serata storta. Per non parlare di Radu che, attento e preciso in ogni occasione, lunedì sera si è mostrato particolarmente nervoso. Intervenuto duramente su Politano, si è preso l’ammonizione prima di ‘confrontarsi’ con Vrsaljko. Il romeno, protagonista negativo del terzo gol dell’Inter, è stato sostituito nel finale da Bastos. L’angolano ha dalla sua la speranza di riconquistarsi un posto da titolare già contro la Spal. La Lazio è attesa da un altra serie di impegni ravvicinati: servirà il contributo di tutti per uscirne indenne. A partire da Strakosha. L’ultima volta che la Lazio ha vinto con una big, lui aveva parato il rigore a Dybala. Ora più che mai servono le sue parate.

 

Articolo precedente
convocatiInzaghi: «Inter cinica, serve più determinazione. Bisogna ripartire, siamo in crescita!» – VIDEO
Prossimo articolo
FIGC, Lotito rischia l’esclusione dalle cariche: la situazione