Lazio, De Martino sul sorteggio: «Poteva andare meglio, ma anche peggio»

de martino
© foto www.imagephotoagency.it

Ai microfoni di Lazio Style Radio è intervenuto il direttore della comunicazione biancoceleste Stefano De Martino per commentare il sorteggio di Europa League

Queste le parole di De Martino: «Poteva andare meglio ma sicuramente anche peggio. Un girone non facilissimo, specialmente per il Rennes, una squadra che quest’anno in Francia potrebbe essere la rivelazione. Gioca un bel calcio, con un 3-5-2, a specchio con la Lazio. Una squadra offensiva che pensa prima a segnare che a difendere. Bisogna rispettare tutti ma non temere nessuno. La Lazio è una squadra importante. Pensavo a quanto sia fondamentale esserci anche quest’anno, per l’importanza del blasone a livello di immagine. Viviamo la competizione con grande emozione. Per fortuna ci saranno viaggi non proibitivi, perché questo pesa molto nell’economia del campionato: un aspetto molto importante. Il Rennes ha un po’ sbilanciato il girone, evitare le prime di ogni campionato è sempre meglio. Sarà un bello scontro».

CELTIC E CLUJ – «Una partita che va a rievocare delle partite del passato. Giocare in Scozia è sempre molto bello, per la grande tradizione che hanno. Una partita senza dubbio affascinante. In Romania giocheremo con una squadra che è sempre temibile, ha giocato anche in Champions League. È ovvio che se vuoi essere protagonista e arrivare in fondo comunque le devi affrontare tutte. Non bisogna farsi spaventare e aver paura di nulla. La Lazio in Europa ci ha sempre abituato a grandi partite. L’importante sarebbe passare da primi per poi evitare chi scenderà dalla Champions League. Girone importante ma non puoi sottrarti: la crescita passa anche per queste partite. Anche in Francia e in Scozia sicuramente sono preoccupati di avere la Lazio nel loro girone. È affascinante affrontare squadre importanti», spiega De Martino.

DERBY – «Sarà carico di fascino. Ci auguriamo possa essere un derby corretto sia fuori che dentro. Arriva in un momento particolare e soprattutto arriva subito. Sappiamo come per ogni tifoso biancoceleste sia la partita più importante».