Lazio, Bizzarri: «Io non servivo più, Reja mi disse che avrei disturbato Muslera»

© foto www.imagephotoagency.it

Albano Bizzarri, ex portiere della Lazio, ha parlato dei suoi trascorsi in biancoceleste

Albano Bizzarri, ex estremo difensore della Lazio, è intervenuto ai microfoni di gianlucadimarzio.com per parlare dei propri trascorsi in biancoceleste. Ecco ciò che ha detto.

PARLA BIZZARRI – «Col passare del tempo mi sono accorto che lì non avevano bisogno di me. Reja? Mi ha messo a fare il terzo portiere perché diceva che avrei disturbato Muslera se avessi fatto il secondo. Decisione che va contro la natura del calcio, solitamente la concorrenza spinge a dar di più. A Roma ho vissuto anche momenti positivi, ho vinto trofei e trovato una squadra forte. Klose il più grande con cui ho giocato. Sono orgoglioso di aver indossato quella maglia. Ora la Lazio è una grande club gestito nel migliore dei modi. Lasciai la Lazio per trovare più spazio, quell’anno però Marchetti si infortunò e Berisha giocò 30 partite».