Lazio, alla scoperta del Primavera: Mattia Peruzzi

© foto www.imagephotoagency.it

Conosciamo meglio i talenti della Primavera della Lazio. Oggi mettiamo sotto la lente d’ingrandimento il portiere Mattia Peruzzi

Dopo anni, la Lazio torna ad avere un Peruzzi in rosa. No, non si tratta di un ritorno straordinario tra i pali di Angelo, che ora veste giacca e cravatta e guida i biancocelesti da fuori il campo, bensì del figlio Mattia: giovane portiere pronto a difendere la porta della Primavera laziale. Conosciamolo meglio.

LA SCHEDA – Mattia Peruzzi nasce a Roma il 10/07/2002. Fin da subito ha la passione per il calcio e, seguendo le orme del padre, intraprende la carriera da portiere. Inizia a muoversi nelle giovanili del Blera, squadra dilettantistica del viterbese. Rimane lì fino al 2018, quando finalmente arriva la svolta: la Lazio lo prende in prestito e lo destina all’U17. Purtroppo l’estremo difensore non trova mai spazio, ma la società vede del potenziale in lui e decide di riscattarlo, acquistandolo definitivamente. Da questa stagione è in pianta stabile nella rosa guidata da Menichini ma, essendoci tanta concorrenza ed un solo posto disponibile, finora il figlio d’arte non ha mai visto il campo. Comunque l’allenatore della Primavera lo ha tenuto in considerazione, convocandolo per ben 8 volte. Il ragazzo è volenteroso e non molla. Sa che prima o poi arriverà il suo momento e dovrà sfruttarlo al meglio.

CARATTERISTICHE – Peruzzi, nonostante abbia solo 17 anni, è già ben strutturato fisicamente e ciò gli permette di potersi confrontare con avversari più grandi. Questa peculiarità potrebbe anche complicargli la vita rendendolo più lento, ma basterebbe seguire i consigli del padre Angelo che ha reso la sua fisicità un marchio di fabbrica.

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy