Laziali in prestito – Giornata da incubo per Berisha. Rivincita per Mauricio e Kishna

laziali in prestito
© foto www.imagephotoagency.it

Un altro weekend è stato archiviato, ecco il rendimento settimanale dei calciatori laziali in prestito fino al termine della stagione

Ritorna la consueta rubrica settimanale «Laziali in prestito» dedicata agli aquilotti spediti dai biancocelesti in prestito in giro per il mondo. Vediamo di seguito, persi singolarmente nel dettaglio, come si sono comportati questa settimana.

PORTIERI

Berisha (Atalanta) : Incappa in una giornata da incubo, durante la quale è costretto a raccogliere la palla dal sacco in ben sette circostanze. Non ha però grosse colpe sui goal, anzi, ci mette la pezza più di una volta, per evitare che il punteggio diventi ancor più imbarazzante. Voto 6

Guerrieri (Trapani): Ancora panchina per lui, nella debacle esterna subita dal Trapani, sul campo della Ternana (2 a 1 il punteggio, in favore dei padroni di casa).

DIFENSORI

Elez (Rijeka):  Pari acciuffato nel finale, da parte della capolista Rijeka, sul difficile campo dell’Hadjuk Spalato (Bezjak, su rigore all’83’, risponde a Barry, 31’). Ne usufruisce l’inseguitrice Dinamo Zagabria, che vince per 4 a 0 contro l’RNK Spalato, e riduce le distanze a meno quattro. Buona nel complesso la prestazione del difensore croato, protagonista di una partita senza grosse sbavature. Voto: 6

Felipe Ramos Marchi (Salernitana): Panchina per il difensore brasiliano, nel prezioso 2 a 0 con cui la Salernitana ha liquidato il Brescia, all’Arechi.

Filippini (Virtus Entella):  Il giovane terzino, resta fuori nel prezioso pari esterno ottenuto dalla Virtus Entella, sul difficile campo del Benevento (0 a 0 il punteggio finale).

Germoni (Ternana):  Meglio rispetto alle ultime apparizioni, dove pensa però più a difendere, piuttosto che a proporsi in fase offensiva. Voto: 5,5

Mauricio (Spartak Mosca): Lo Spartak, batte per 1 a 0 l’Anzhi, tra le proprie mura amiche (Samedov al 67’) e, approfittando  del clamoroso stop dello Zenit, sconfitto con il medesimo punteggio sul terreno dell’Amkar, allunga a più otto sulla pretendente al titolo. Ottima la prestazione di Mauricio, uscito poi nel finale per lasciar spazio a Eschchenko. Voto: 7

Pollace (Racing Roma): Resta in panchina nella sonora scoppola rimediata dal Racing Roma, che ne prende addirittura sei contro la Carrarese.

Prce (Brescia):  Panchina anche per lui, nella sconfitta di Salerno.

 CENTROCAMPISTI

Cataldi (Genoa): Non prende parte al derby della “lanterna”, che vede vittoriosi i rivali blucerchiati, grazie ad una rete del colombiano Muriel.

Oikonomidis (Aarhus):  Non incide in maniera rilevante, nel pari per 1 a 1, ottenuto dal suo Aarhus, sul campo del Randers. Voto: 6

Minala (Salernitana):  Partita dai due volti, per il calciatore africano. Nel primo tempo spesso in ritardo; nel secondo, fornisce invece un apporto prezioso. Voto: 6

Morrison (Qpr): Panchina senza mai entrare in campo per lui, nel pari ad occhiali ottenuto dal Qpr, sul campo del Leeds.

Ronaldo (Salernitana):  Come accade spesso, sbaglia appoggi semplici, ma sopperisce con la solita grinta. Esce dal campo all’89’, per lasciare il posto a Bittante, portandosi dietro un cartellino giallo per un fallo su Bonazzoli. Voto: 6

ATTACCANTI

Kishna (Lille):  Entrato nel secondo tempo, si rende protagonista di una buona partita, aiutando il suo Lille, a vincere per 2 a 1 sul campo del Nancy (vantaggio casalingo di Dia al 31’, a cui rispondono gli ospiti con De Preville al 63’ su rigore e Lopes, all’81’). Voto: 6,5

Palombi (Ternana): Il nuovo allenatore Liverani, lo spedisce in campo nel finale al posto di Monachello. Qualche buono spunto, e tanta voglia di fare e mettersi in mostra per recuperare il posto perduto. Voto: 6

Perea (Lugo):  Pari per 1 a 1 del Lugo sul terreno del Mallorca (Lekic per i padroni di casa, Caballero per gli ospiti), ma nessuna traccia di Perea tra i convocati. S.V

Rozzi (Lupa Roma): Oggetto misterioso anche nella trasferta persa dalla Lupa Roma per 2 a 1, in casa dello Giana Erminio. S.V