Inzaghi: «Non ho mai visto una Juve così in difficolta. Dispiace per i ragazzi, ma arriveremo lontani»

© foto www.imagephotoagency.it

Al termine del match perso per 2-1 contro la Juventus ai microfoni di Sky Sport è intervenuto mister Simone Inzaghi

«La miglior Lazio della stagione? Penso di si, quest’anno non ricordo in Italia e in Europa una Juve così in difficoltà, purtroppo il calcio è crudele. Dispiace per i ragazzi che non meritavano la sconfitta, ma giocando così saremo in lotta fino alla fine e daremo soddisfazione a questi grandi tifosi – spiega InzaghiStasera ho abbracciato tutti uno per uno. L’unica pecca è non aver fatto il 2-0 e purtroppo contro la Juventus questo si paga. Nel primo tempo abbiamo fatto di tutto, però tra salvataggi e parate del portiere non ci è andata bene. Tutti si sono sacrificati e hanno corso tutti, siamo stati tutti compatti, delle volte ci siamo abbassati, ma non abbiamo mai sofferto. Moduli e strategie a parte, tutti i ragazzi hanno fatto una grandissima partita e non meritavano di perderla. Errori della difesa? Noi non abbiamo sofferto, però è normale che quando subisci qualche gol c’è sempre un errore individuale. C’è grande rammarico perchè i nostri difensori non hanno concesso niente a Dybala e Cristiano Ronaldo. Gol in contropiede? Dovevamo fare il 2-0: il tiro di Luis Alberto e il tiro di Immobile. Dispiace non aver vinto per noi una partita importantissima, ma sono orgoglioso di questo gruppo e continuando a giocare così andremo lontani in campionato. Abbiamo giocato senza paura? Avevo chiesto grandissima personalità, dovevamo mettere in campo la nostra tecnica e tutti hanno fatto quello che abbiamo preparato, siamo stati aggressivi e corti. Meritavamo almeno il pareggio per quello che abbiamo fatto, ma il calcio è crudele e con noi stasera è stato molto molto crudele. Gambetta? Quella ce l’hai dal primo minuto e invece noi siamo partiti subito forte», ha concluso Inzaghi.

L’allenatore della Lazio è poi intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel: «Il calcio è cosi, le altre due volte che abbiamo vinto con la Juve non avevamo giocato come stasera. Oggi meritavamo di vincere, ma il calcio è così, l’unica pecca è stata non fare il 2-0. Dobbiamo continuare così, giocando così. La classifica adesso non è piu bella come alla fine del girone d’andata, ma giocando così torneremo presto a vincere. Bisogna sempre cercare di migliorarsi, ora abbiamo una partita molto importante in casa dell’Inter in Coppa Italia e poi il Frosinone. Ogni volta sceglierò la formazione più congeniale. Avremo tre giorni per recuperare al meglio, oggi c’è un grandissimo amaro in bocca, mi piaceva regalare una vittoria ai tifosi, ma il calcio è così, crudele, non ricordo la Juve così in difficoltà nell’ultimo anno e mezzo. Anche i numeri, come quelli sui calci d’angolo, sono schiaccianti in nostro favore. Siamo delusi dal risultato e contenti per la prestazione. Non posso rimproverare nulla ai miei giocatori, anche a chi è antrato a gara in corso».

Inzaghi ha poi preso parola nella consueta conferenza stampa post-partita rispondendo alle domande dei cronisti:

La Lazio avrebbe meritato il pareggio?

«Penso di più, la pecca grave è stata non aver fatto il 2-0. Il calcio è crudele, stasera con noi, ma con questo spirito torneremo a vincere».

Il gol sbagliato da Immobile?

«Mi è dispiaciuto, ma non avevamo sofferto nulla fin lì, i numeri della gara sono schiaccianti, è stato un grande merito nostro aver fatto soffrire una delle tre migliori squadre d’Europa. Stasera i tifosi avrebbero meritato una vittoria dopo averci incitato per 95 minuti».

Juve affrontata spregiudicatamente, è un segnale da riproporre?

«Io penso che ci siano ancora 17 partite e più di 50 punti in palio.Certo, le ultime due sconfitte hanno rallentato la nostra classifica, ma stasera è stato un piacere vedere una squadra far soffire i migliori del campionato. C’è un grandissimo amaro in bocca, il calcio è spietato. Le partite sono sempre in bilico, ci vuole la forza di chiuderle».

Allegri bravo a far entrare Bernardeschi e Cancelo, lotta impari nei cambi?

«Quello è normale, la Juve è in vantaggio su tutti, ma anche i miei subentrati hanno dato il loro impatto. Una partita raccontata così e persa qui in casa lascia una grande rammarico».

Serviranno rinforzi per l’obiettivo Champions?

«Con la società c’è sinergia. Stasera avevamo fuori Marusic, Patric e con Basta fuori rosa c’era un problema sulla fascia destra. Parolo sulla destra ha sopperito svolgendo quel ruolo nel migliore dei modi».

 

 

Articolo precedente
caressaLazio-Juve, Caressa ad Inzaghi: «Forse avete avuto un po’ la gambetta?». E arriva la risposta del tecnico biancoceleste
Prossimo articolo
Del PieroJuventus, Del Piero elogia la Lazio: «Ha fatto una prestazione super, e che personalità!»