Inzaghi: «Ho un gruppo che non molla. Rigore? Siamo sfortunati con il VAR. Sugli obiettivi…»

convocati Inzaghi salisburgo-lazio
© foto www.imagephotoagency.it

La Lazio torna alla vittoria e lo fa contro la Sampdoria, grazie ai gol di Milinkovic e Caicedo: le parole di mister Inzaghi

Al termine della gara contro la Sampdoria, le parole di mister Simone Inzaghi ai microfoni di Premium Sport: «Paura di perdere la partita? Non posso rimproverare nulla ai ragazzi, abbiamo fatto un’ottima gara. Abbiamo commesso un errore nel nostro momento migliore, i ragazzi sono stati bravi a rimanere concentrati e siamo riusciti a vincere una gara in un campo difficile. VAR? Hanno controllato, il fuorigioco non c’era. L’occasione di Immobile e la mano di Berezinski non ho avuto modo di rivederla. Mi dispiace solo che tutte le volte bisogna rallentare le esultanze. E’ dura, ma ci dobbiamo abituare al più presto. E’ un periodo che siamo sfortunati con il VAR, è da migliorare la situazione. Non si riesce ancora a capire il rigore che non ci hanno dato contro la Fiorentina e quello che non hanno concesso a Parolo. Europa League sottochiave? Il campionato è ancora lungo, l’obiettivo è rimanere in Europa. Stiamo sorprendendo un po’ tutti, sarà difficile rimanere lì. Nonostante tutte le cose che ci sono successe, ho un gruppo che non molla. Sostituzione di Bastos? A fine primo tempo aveva un problema fisico, i medici mi avevano rassicurato. Dopo aver preso gol ho messo Patric, che sta migliorando partita dopo partita. Per sette partite di fila la stessa formazione? Nelle ultime partite ho cercato di mantenere l’organico, perchè nelle prime abbiamo avuto vari infortuni. Anche quelli che stanno giocando meno mi stanno dando parecchie soddisfazioni. Anche oggi i tre cambi sono stati linfa vitale per noi».

RADIO – L’allenatore biancoceleste è poi intervenuto così ai microfoni di Lazio Style Channel: «Sono tre punti molto importanti, conquistati su un campo non semplice. Onore ai miei ragazzi, non hanno mollato un centimetro. Sono stati bravissimi, i centrocampisti hanno fatto bene, poi ho deciso di cambiare Lulic e Leiva, anche perchè era diffidato. E’ una vittoria molto importante dopo due settimane in cui sappiamo cosa c’era successo. E’ linfa per la nostra squadra, una partita meritata».

CONFERENZA STAMPA – L’allenatore piacentino ha risposto alle domande dei giornalisti presenti in sala stampa. Ecco le sue parole:

Qual è l’aspetto che ti piace di più di questa sera?
«Abbiamo fatto tutto benissimo. Anche con la Fiorentina avevamo concesso poco. Senza quell’episodio avremmo vinto anche domenica scorsa. Stasera non abbiamo concretizzato 5 o 6 occasioni tra il palo e il salvataggio sulla linea… Poi abbiamo preso goal alla seconda occasione concessa. Siamo però rimasti compatti ed in partita e siamo riusciti meritatamente a vincere questa partita».

Milinkovic in regia nel secondo tempo?
«Quando ho inserito Caicedo ho richiamato Leiva, anche perchè diffidato, e Sergej è scivolato tra le due mezzali. Ha fatto un’ottima gara, ma sono stati tutti bravissimi».

La partita più bella della tua carriera?
«Di partite belle ne abbiam fatte tante…E’ normale che stasera era molto importante perchè venivamo da due partite non vinte. Stasera, in un campo non semplice contro una Samp che in casa le aveva vinte tutte abbiamo dimostrato di essere una squadra matura con la capacità di ribaltare il risultato».

Contento del goal di Caicedo?
«Se lo merita per come lavora tutti i giorni. Senza Immobile davanti probabilmente avrebbe giocato molto di più. Sono comunque certo che continuando a lavorare così si toglierà tante soddisfazioni».