Connettiti con noi

Campionato

Inzaghi: «Il rigore ha indirizzato la gara. Ho fatto i complimenti ai ragazzi»

Pubblicato

su

Simone Inzaghi ha parlato dopo il match di San Siro contro l’Inter: queste le dichiarazioni del tecnico della Lazio

Simone Inzaghi ha parlato ai microfoni di Sky Sport e Lazio Style Radio dopo il match di San Siro. Queste le sue parole.

DOVE L’ABBIAMO PERSA – «Spiace tantissimo, c’è rammarico perchè potevamo ottenere di più. Abbiamo tenuto bene il campo, il possesso poi quando perdi 3-1 c’è rammarico: ci siamo innervositi troppo. Dopo il rigore subito dovevamo andare avanti e giocare, loro sono stati bravi a difendersi bassi, ho provato a mettere più fisicità ma poi dopo il 2-1 non dovevamo prendere il terzo gol. Potevamo ottenere molto di più».

SOSTITUZIONI – «Per quanto riguarda i cambi di Hoedt e Leiva, Hoedt aveva fatto una buona gara ed era ammonito e non volevo rimanere in 10. Leiva in quel momento volevo dargli un cambio anche se stava facendo bene. Escalante è entrato bene».

LUKAKU – «Tutta la settimana l’avevamo provato con Acerbi in quella posizione, lo conosciamo come giocatore ha grandissima fisicità. Purtroppo l’infortunio di Radu mi ha fatto cambiare i piani, Lì volevo un mancino di piede e quindi Acerbi l’ho messo a sinistra. Purtroppo non potevamo rinunciare a giocare e rinchiuderci nella nostra metà campo. Dal momento che non ha giocato Radu ho dovuto spostare Acerbi».

RIGORE – «Ho fatto i complimenti alla squadra, venivamo da un bellissimo filotto: i ragazzi erano delusi. Stavamo dominando. A guardarlo 20 volte il rigore lo puoi dare ma i ragazzi sono molto amareggiati perché l’arbitro è andato subito sul dischetto. E’ stato troppo deciso, lo puoi dare vedendolo 10-12 volte. Lui l’ha dato dopo 3 secondi, i ragazzi non l’hanno accettato. Non puoi indirizzare una partita con una decisione clamorosa come il rigore dopo 25 minuti. Se lo rivedi 10 volte lo puoi dare ma non così diretto. In una partita che stavamo dominando, se vediamo possesso e passaggi non c’è stata gara. Poi vai a vedere ed è 3-1».

VAR – «Var? Si lo avrei voluto, avrei voluto prendere un terzo gol su una ripartenza e non dopo una partita indirizzata dal rigore. Volevo tenere Lukaku e Lautaro lontani dall’area ed ora venivamo da sei vittorie consecutive. Stasera abbiamo approcciato bene la gara e dopo il rigore non abbiamo giocato con la stessa lucidità».

Le parole del mister a Lazio Style Radio

HOEDT – «Gli equilibri della partita li ha spostati il rigore dopo 25 minuti, non Hoedt al posto di Radu. Un episodio che si può rivedere anche 10 volte e forse dare il rigore, non così dopo 3-4 secondi. Stavamo tenendo benissimo il campo, poi abbiamo faticato. Non dovevamo prendere il terzo gol immediatamente».

GARA – «A volte succede l’imponderabile. Oggi abbiamo giocato meglio dell’altra volta che abbiamo pareggiato. Veniamo via da San Siro con più possesso palla e il doppio dei passaggi dell’Inter. il 3-1 è un po’ troppo. Dobbiamo essere orgogliosi e andare avanti nel migliore dei modi».

CHAMPIONS – «Abbiamo sei giorni per preparare la gara con la Samp. Ora pensiamo a recuperare nel migliore dei modi, poi penseremo alla Coppa».

OBIETTIVI – «La classifica davanti è corta, venivamo da un’ottima striscia e ora vogliamo tornare a fare bene».