Infermeria – Dott. Rodia: «Parolo in via di recupero, ok de Vrij invece Lukaku…»

Supercoppa
© foto www.imagephotoagency.it

Infermeria, il dott. Rodia fa il punto della situazione sulla rosa biancoceleste dopo una settimana dall’inizio del ritiro

Terminata la seduta mattutina di allenamento è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio il dott. Fabio Rodia per fare il punto sull’infermeria biancoceleste: «La situazione è più che positiva, i giocatori rispondono bene agli incrementi graduali del lavoro. Questi sono i giorni in cui bisogna mettere benzina nella gambe. Parolo ha interrotto la stagione per una tendinopatia al ginocchio destro. Si è riacutizzata, ma ora abbiamo ristaurato un protocollo di preparazione specifica. Cercheremo di riformarlo dal punto di vista fisico, continueremo con il lavoro differenziato. Lukaku ha invece svolto le cure mediche durante la pausa estiva, ora ha avuto un trauma contusivo al piede che gli impedisce di correre. Anche lui ha un danno muscolare e sta svolgendo un lavoro differenziato per poter tornare in  forma, rispetto a Parolo c’è una forma fisica diversa e quindi svolgerà un tipo di lavoro individuale. De Vrij sta bene, si sta allenando con il resto della squadra, sta rispondendo bene così come tutta la rosa. Stiamo lavorando molto per creare un buono staff e per creare più sinergie possibili con le strutture con cui abbiamo una partneship come Isokinetik. Il fresco di Auronzo? Dal punto di vista medico è importante l’ossigenazione, rispetto al caldo facilita l’incremento delle fatiche. Alimentazione? Abbiamo un nutrizionista con cui ci interfacciamo ci manda le diete adeguate rispetto alle singole esigenze. Il gruppo durante le vacanze ha svolto delle tabelle di mantenimento della forma, ma è normale che 35 giorni senza un’attenzione porta qualche piccolo sovrappeso che qui viene regolarmente stabilizzato. Ora abbiamo in pianta stabile un ecografista, è una figura molto importante. Finito l’allenamento possiamo vedere le risposte muscolari della squadra. Stiamo incrementando anche lo staff dei fisioterapisti, per migliorare e ottimizzare la squadra».