Gilardino: «Nel 2013 Quagliarella rifiutò la Lazio e fece saltare il mio arrivo alla Juve»

© foto www.imagephotoagency.it

L’ex attaccante del Milan e della Nazionale, Alberto Gilardino, svela un interessante retroscena, che forse avrebbe potuto imprimere una svolta importante, alla sua carriera da calciatore

Quando a quasi 35 anni di età, hai vinto una Champions League con il Milan, una coppa del Mondo nel 2006, con la casacca della Nazionale, e sei vicino al traguardo delle 200 reti in carriera, forse non hai davvero più nulla da chiedere alla dea bendata. E’ il caso dell’attaccante del Pescara, Alberto Gilardino. Certo, gli acciacchi, accompagnati ad una condizione atletica non più ottimale, cominciano a farsi sentire ma il centravanti originario di Biella, farà di tutto per raggiungere questo importante traguardo con i delfini. Interessante il retroscena che ha svelato nel corso di un’intervista rilasciata alla Gazzetta Dello Sport: «Nell’estate del 2013, ero stato acquistato dalla Juventus, ma Quagliarella rifiutò il trasferimento alla Lazio, e non se ne fece più nulla. Ci rimasi molto male; quella poteva essere la svolta della mia carriera da calciatore».

Articolo precedente
hoedt olanda lazioOlanda, Hoedt: «Non capisco la scelta del Ct»
Prossimo articolo
Calciomercato Lazio tareCalciomercato Lazio, viaggio segreto di Tare: ecco tutte le mosse per la prossima stagione