Funerali Diabolik, gli Irriducibili: «Salutare Fabrizio è un nostro diritto!» – FOTO

Diabolik Lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Il messaggio degli Irriducibili contro la decisione del Questore di Roma di celebrare il rito funebre di Fabrizio Piscitelli in forma privata

La morte di Fabrizio Piscitelli non ha portato con sè solo dolore. A riempire queste giornate sono soprattutto le polemiche dopo la decisione del Questore di Roma, Carmine Esposito, di celebrare il rito funebre in forma privata, in una cappella del quartiere Flaminio, alle prime luci dell’alba. Una decisione mal accolta dai familiari, dagli amici e dai tanti che avrebbero voluto dedicare a Diabolik un ultimo saluto. Alla lettera aperta della moglie Rita e a quella della sorella Angela, si aggiunge il messaggio degli Irriducibili: «La morte è uguale per tutti… il funerale anche! Salutare Fabrizio è un nostro diritto!».