Luis Alberto: «Siamo una squadra forte. Ho lavorato sul campo e sulla testa»

Lazio luis alberto
© foto www.imagephotoagency.it

Europa League, è subito un successo per Inzaghi che esordisce – come allenatore – nella competizione con la sua Lazio

Buona la prima. L’esordio in Europa League porta tre punti in casa Lazio con Parolo, Immobile e Murgia che siglano la prima vittoria del girone K. Buona prestazione anche per Caicedo che – per la prima volta – tiene 90 minuti nelle gambe. Tra i protagonisti anche e soprattutto Luis Alberto che ai microfoni di Sky Sport, parla così: «Nella mia testa è cambiato tutto con il lavoro, in partita. La colpa era mia, soprattutto era difficile l’italiano per me, dopo 7 o 8 mesi ho capito tutto. Ho lavorato sulla testa e sul campo, è cambiato tutto. In Spagna c’è un calcio diverso, più vistoso». 

Luis Alberto a Lazio Style Radio

«E’ stata una bella vittoria perchè il Vitesse per due volte è andata sopra, ma questa squadra è forte ed ha fatto molto bene soprattutto nel secondo tempo. Oggi ho fatto tutti i ruoli, ma per me è uguale, io lavoro per giocare ed ottenere fiducia in me e per ottenerla dal mister. Sorpreso dal gruppo? No, mi aspettavo questa Lazio. L’anno scorso abbiamo vinto partita dopo partita. Sarà difficile giocare domenica e giovedì, ma andiamo con 25 giocatori forti e pensiamo solo che il prossimo mese è importante. Genoa? E’ uno stadio speciale per me: il primo gol con questa maglia. La mia famiglia? Aspettiamo un altro bebè, non sappiamo ancora se maschio o femmina».