ESCLUSIVA – Paoli (Tuttonazionali.com): «Leiva e Nani acquisti importanti. Keita? Mi sarei aspettato…»

© foto www.imagephotoagency.it

ESCLUSIVA LAZIONEWS24 – Intervista ad Alessandro Paoli, direttore di Tuttonazionali.com e opinionista presso Sportitalia

La sessione estiva di calciomercato è ormai terminata. In casa Lazio non ci saranno stati dei colpi eclatanti, ma la società ha rimpiazzato i partenti. Per parlare di mercato e molto altro, la redazione di Lazionews24.com ha contattato in esclusiva Alessandro Paoli di Tuttonazionali.com e tra l’altro collaboratore di Sportitalia.

Sig. Paoli potrebbe dare un voto al mercato della Lazio ?

«I biancocelesti hanno ceduto elementi come Biglia, Hoedt e Keita Baldé rimpiazzandoli, secondo me, discretamente bene. La Lazio, a livello economico, continua ad essere una delle pochissime società con il bilancio in regola, quindi il mio voto non può che essere positivo. Darei un 6,5 perchè non ci sono stati dei colpi importantissimi in entrata ma, bensì, una serie di buoni giocatori a prezzi ragionevoli».

Come considera gli acquisti effettuati dalla società ?

«La Lazio ha fatto il classico calciomercato delle ultime stagioni. Non ci sono stati colpi eccezionali, ma una serie di acquisti tra cui Lucas Leiva e Nani che, pur non essendo rispettivamente quelli del Liverpool e del Manchester United, possono essere ancora dei calciatori importanti vedendo l’attuale livello della nostra Serie A».

Ha qualche opinione sulla vicenda Keita ?

«Era piuttosto evidente che il rapporto tra la Lazio e Keita Baldé sarebbe finito. Probabilmente ci saremmo aspettati di vederlo approdare alla Juventus piuttosto che all’Inter. Il fatto che sia arrivato al Monaco, almeno dal mio punto di vista, rappresenta un’ottima operazione in uscita da parte dei biancocelesti che, ancora una volta, hanno ottenuto ciò che ritenevano opportuno per cedere un loro giocatore. In questo caso, poi, parliamo di una plusvalenza decisamente rilevante perchè Keita Baldé, è giusto ricordarlo, arrivò alla Lazio dal Barcellona a parametro zero».

A parte Nani che è abbastanza noto, conosce Bruno Jordão e Pedro Neto ?

«Nani è un calciatore che ha avuto, e continua ad avere, una carriera internazionale di rilievo. Non è sicuramente il miglior Nani, quello del Manchester United, ma è una tipologia di attaccante che potrebbe fare benissimo nell’attuale Serie A. Per quanto riguarda Bruno Jordão e Pedro Neto, li conoscevo entrambi e, sinceramente, non avrei pensato di vederli in Italia, o in un altro paese al di fuori del Portogallo, così presto. La mia sensazione, per quanto li abbia potuti vedere, è che Pedro Neto possa abituarsi meglio, e di conseguenza rendere meglio, in un campionato come il nostro. Magari dopo un propedeutico lavoro di passaggio in Primavera».

Per lei la società ha deluso nuovamente le aspettative dei tifosi laziali ?

«Se le aspettative della tifoseria laziale sono di vincere lo Scudetto si, ma, se più ragionevolmente, le aspettative sono quelle di un piazzamento europeo in Europa League o, magari, in Champions League i tifosi non possono essere delusi. La Lazio, vedendo l’attuale livello della Serie A, può certamente competere per un piazzamento europeo», conclude Paoli.