Chiocchi, direttore Il Tempo: «Mi dispiace se abbiamo urtato la sensibilità dei laziali. Ecco come è nata la prima pagina…»

Chiocci
© foto @LazioNews24

La prima pagina de ‘Il Tempo’ di sabato ha fatto molto scalpore tra i tifosi della Lazio ed oggi il direttore del Quotidiano romano, è intervenuto a Radiosei per chiarire

Tante polemiche sono scaturite dalla prima pagina de ‘Il Tempo‘ di sabato, dove sono stati chiamati in causa i tifosi della Lazio su una possibile alleanza con gli hooligans del Liverpool. Per chiarire il fatto è intervenuto ai microfoni de ‘La Voce della Nord‘, il direttore del giornale, Gian Marco Chiocchi: «La prima pagina di sabato nasce in questo modo: il giorno venerdì sull’onda dei fatti di Liverpool andiamo dietro a una sensazione di alcune forze dell’ordine, cittadini e commercianti, tutta una serie di riunioni che si fanno in Questura. La cronista de Il Tempo che seguiva la vicenda con le decisioni da prendere in vista della partita di ritorno tra Roma e Liverpool, viene contattata dai sindacati di polizia e viene a sapere da loro che c’è questo timore che alcuni tifosi della Lazio possano approfittare della discesa a Roma di quelli del Liverpool per fare un’alleanza (qui i dettagli del pezzo). Noi abbiamo messo così la notizia secca, esattamente come detto dai poliziotti, e in un pezzo interno in doppia pagina si parlava anche delle altre preoccupazioni. All’interno parlano direttamente i poliziotti con i virgolettati, mentre mi è stato fatto notare che in prima pagina non avviene questo, prendo atto e ribadisco che se ho urtato la vostra sensibilità, sbagliando ai vostri occhi, mi dispiace. Per esigenze di spazio alcuni concetti non si possono esprimere come invece avviene all’interno».

PRIMA PAGINA E DIFESA DEI LAZIALI – Il direttore Chiocchi continua: «Il Tempo si caratterizza per prime pagine particolari e abbiamo ripreso il titolo ‘Help’ perché quella era la copertina dei Beatles. Il concetto dell’alleanza tra tifosi di Liverpool e Lazio è spiegato male in prima pagina, ma è spiegato bene dentro con le parole dei poliziotti. Quando si fanno questi articoli, nel momento in cui abbiamo una fonte come il sindacato di polizia, per noi è affidabile perché riconosciuta. La giornalista può aver commesso un errore, ma secondo me non l’ha commesso perché si è limitata a fare quello che fa tutti i giorni: prende le notizie e le scrive. Immagino che abbia verificato con i poliziotti. Io ci tengo a ribadire che la cosa che mi è dispiaciuta, oltre all’episodio che non capiterà più, è che Il Tempo è stato accomunato per questa cosa al pensiero unico giallorosso. Ma non è così, chi mi legge lo sa, Il Tempo è un giornale di Roma quindi guarda in egual misura a Roma e Lazio ed è stato l’unico organo di stampa a tutelare i tifosi biancocelesti più di altri. Per esempio ha difeso, a ragione, gli arrestati a Varsavia, detenuti in modo infame, siamo stati gli unici a raccontare la verità sui manichini al Colosseo e sugli adesivi e a rivelare la vera telefonata di Lotito. Vi sto elencando questo perché uno può commettere un errore, ma essere accomunato al gioco della Roma o al voler danneggiare i laziali non credo sia giusto. La notizia è nata in quel modo, poi se la Curva si è arrabbiata così come tutti i tifosi della Lazio evidentemente qualcosa non è andato, però la notizia falsa ci è arrivata dalla Polizia. Non c’è nessun pregiudizio da parte nostra e vi posso garantire che non accadrà più».

Articolo precedente
lazio spalLazio, la Serbia celebra Milinkovic per l’undicesimo gol in campionato – FOTO
Prossimo articolo
monchi roma lazioMonchi: «Facciamo capire chi siamo! Dimostriamo che Roma tifa Roma»