Coronavirus, Conte: «Firmato un nuovo DPCM: avanti fino al 13 aprile»

conte
© foto www.imagephotoagency.it

Il Premier Conte ha parlato alla nazione per degli aggiornamenti importanti riguardo l’emergenza Coronavirus

Oramai le conferenze di Giuseppe Conte sono diventate un must del momento difficile che stiamo vivendo, causando anche qualche ironia sul web per cercare di alleggerire la situazione.

Questa sera il Premier ha parlato in diretta da Palazzo Chigi a tutti i cittadini italiani per nuove importanti comunicazioni riguardo l’emergenza Coronavirus: «I decessi sono una ferita che mai potremmo sanare. Non siamo in una condizione tale da poter alleggerire le misure e diminuire i sacrifici. Siamo in stretto contatto con il dipartimento scientifico che ci ha detto che uno spiraglio si vede, ma noi non dobbiamo abbassare la guardia. Per questo ho appena firmato il nuovo DPCM che prolunga le misure restrittive in atto fino al 13 aprile, come ho fatto anticipare dal Ministro Speranza. Non ci possiamo permettere un doppio sbaglio e per questo vi invito a continuare a rispettare le regole, anche se c’è una sparuta minoranza irresponsabile che non lo fa. Ricordiamo le salate sanzioni in vigore. Chiediamo rispetto per tutti coloro che rischiano la vita. Mi dispiace che queste restrizioni capitino durante la Santa Pasqua: una festività che siamo costretti a vivere con distanza. Nel momento in cui i dati dovessero confermarsi, programmeremo un allentamento delle restrizioni. Non vi posso dire il 14 aprile però, non siamo in condizione ora. Una volta finita questa fase, dovremo vivere la fase 2 con la convivenza del virus e la fase 3 che permetterà la rinascita del paese».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy