Italia, Parolo: “Dobbiamo continuare così. Voglio superare i miei limiti giorno per giorno “

© foto www.imagephotoagency.it

E’ interevnuto oggi nella consueta conferenza stampa da Montpellier Marco Parolo:

 

Questa ultima gara conta meno, cosa dirà Conte per motivarvi?

“Che il mister pensi che sia una gara che non importa la vedo difficile, già dopo la gara contro la Svezia ha iniziato a martellare nonostante non sapessimo ancora il risultato del Belgio. Noi dobbiamo continuare sulla nostra strada, questa deve essere la nostra mentalità, vincere e cercare di chiudere il girone a 9 punti. Confido tanto nella partita, vogliamo i tre punti”. 

 

Le vittorie contro Belgio e Svezia hanno aumentato la vostra autostima?

“Hanno aumentato la consapevolezza che quello che stiamo facendo è giusto, in automatico aumenta l’autostima e la fiducia. Erano due gare difficili entrambe e le abbiamo affrontate nel modo giusto, questo ci deve dare la forza di contuniare”.

 

Nel tuo ruolo, quanto vorresti fare gol? Cosa ti rende orgoglioso di questo centrocampo?

“Alcune volte non sempre riusciamo ad arrivare dall’altra parte, dobbiamo portare superiorità numerica in area e spero che prima o poi di beccarla questa porta. Sono molto contento del centrocampo, lottiamo su ogni pallone costringendo gli avversari a un gioco non semplice per facilitare il gioco dei nostri compagni. Non è un ruolo semplice ma a me piace”. 

 


Sul paragone con Tardelli…

 

 Sono onorato dell’accostamento a Tardelli, sapeva far tutto e segnava gol decisivi. Io alzo il mio limite piano piano, sto continuando a scoprire me stesso anche a 31 anni. L’Europa l’ho assaggiata con la Lazio, sono un 31enne giovane, sto ancora imparando”.