COMANDA IL TIFOSO – Contro l’Inter Milinkovic è il top! I laziali non perdonano Strakosha

Inter-Lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Al termine della gara contro l’Inter di ieri sera, sulla pagina Facebook di Lazio News 24 è stato aperto un sondaggio sul migliore ed il peggiore in campo: ecco i risultati

Non poteva concludersi nel modo peggiore la stagione della Lazio. I ragazzi guidati da Inzaghi – dopo aver brillato nel corso di tutta la stagione – non sono riusciti ad ottenere neanche un punto nel big match Champions contro l’Inter, consegnando all’armata di Spalletti la qualificazione nell’Europa che conta. I biancocelesti, in momentaneo vantaggio grazie all’autogol di Perisic, si sono fatti raggiungere al 29′ con D’Ambrosio. Quando – dopo il gol di Anderson al 41′ – le cose sembravano essersi messe sul giusto binario, il solito black-out. Al 78′ il rigore concretizzato in porta da Icardi e concesso da Rocchi per il fallo di de Vrij; al 79′ l’espulsione di Lulic per doppio giallo ed, infine, al 81′ il gol del vantaggio nerazzurro con Vecino. Nonostante il rammarico e la delusione del popolo capitolino, i tifosi hanno voluto premiare la performance di Milinkovic, giudicato migliore in campo nel sondaggio aperto sulla pagina Facebook di Lazio News 24. Il serbo è stato il perno del centrocampo, riuscendo ad andare in alcune occasioni vicino alla rete. Il suo futuro – complice la mancata qualificazione in Champions – appare sempre più lontano da Roma, ma la gente laziale ci spera: non vuole privarsi del proprio ‘Sergente’.

IL PEGGIORE – Nonostante il fallo da rigore di de Vrij e l’ingenua espulsione di Lulic, il titolo di peggiore in campo è andato a Thomas Strakosha. Il portiere, considerato colpevole del brutto rinvio che ha obbligato il difensore olandese all’intervento scomposto, non è stato perdonato dai tifosi laziali, nonostante una stagione vissuta da protagonista con l’Aquila sul petto. Alcuni non lo considerano pronto per una squadra come la Lazio, altri si arrabbiano per la sua poca abilità nell’uscire dalla porta. Insomma, quella di ieri per Strakosha è stata proprio una giornata ‘no’: «Stavolta l’ha combinata grossa il buon Thomas. Dopo che avevo finalmente ammirato una sua uscita bassa, ha rovinato tutto cincischiando su quel pallone che doveva essere solo scagliato in Tevere, e da lì è nata l’azione del rigore. Mancava così poco e il sogno si sarebbe avverato».