Calciomercato Lazio: Keita prende tempo, anche Biglia in stand-by

keita
© foto www.imagephotoagency.it

Ancora da definire le posizione di Keita e Lucas Biglia, dopo la trattativa chiusa tra Lazio e Milan

L’ennesima litigata tra l’agente di Keita e la Lazio, questa volta con il ds Tare in particolare, ha confermato la tensione tra le due parti e il fatto che difficilmente il giocatore accetterà mai la proposta di Lotito (che c’è stata, nonostante le smentite del procuratore) da top player. Come riporta La Repubblica in un articolo a firma di Marco Ercole, nonostante ciò, Keita almeno per il momento è ancora convinto di non voler tradire la società che lo ha valorizzato e far svendere così il suo cartellino.

KEITA PRENDE TEMPO E “VALUTA” IL MILAN “Dobbiamo trovare una soluzione che faccia contenti tutti”, ha confermato tra una frecciata e l’altra Roberto Calenda, il manager dell’attaccante senegalese. Una frase che non esclude a priori l’accettazione, in futuro, dell’offerta del Milan. Probabile che Keita – la cui preferenza è ancora rivolta verso la proposta della Juventus, confermata indirettamente anche dal fratello – possa decidere di aspettare, per vedere il mercato dei rossoneri e poi valutare al meglio le due opzioni. E vista la vivacità del Diavolo già mostrata in questa sessione di mercato, è molto probabile che anche l’attualmente scettico attaccante della Lazio possa ricredersi. Lotito a questo punto lo spera, ha fatto di tutto per provare a trattenerlo e adesso, preso atto della sua volontà di andarsene, vuole provare a ottenere il più possibile.

IN SOSPESO ANCHE LA SITUAZIONE BIGLIA – I 52 milioni, bonus compresi, messi sul piatto dal Milan sia per Keita che per Biglia fanno gola e il presidente biancoceleste spinge affinché l’ex Barcellona alla fine dica sì. Anche perché se non lo facesse, ci sarebbe da ridiscutere l’intera situazione pure per il regista, autore tra l’altro di una grande prestazione nella sfida contro il Brasile, vinta 1-0 dall’Argentina di Sampaoli. Il club rossonero è disposto a iper-valutare i due giocatori della Lazio in scadenza a giugno 2018, sì. Ma solo se entrambi si trasferissero a Milano. Scorporando il pacchetto, allora anche l’offerta del Diavolo per il singolo giocatore verrebbe ridimensionata, tornando a quella iniziale di circa 18 milioni.

Articolo precedente
MilinkovicMilinkovic, arriva la decisione della Lazio: niente Europeo Under 21
Prossimo articolo
Malaga-LazioKeita, l’agente attacca: «Inventate di meno! C’è chi scrive e parla a comando…» – Foto