Connettiti con noi

Calciomercato

Calciomercato Lazio, dalla difesa all’attacco: come si muoverà Tare a gennaio?

Pubblicato

su

Come potrebbe muoversi la Lazio nel calciomercato di gennaio? Ecco i rinforzi che potrebbero servire ai biancocelesti

La quadra del cerchio sta pian pian arrivando, come dicono i risultati e le prestazioni convincenti delle ultime partite. Eppure qualche lacuna ancor si vede, soprattutto a livello di alternative e di lunghezza della rosa. Molto, per non dire tutto, è stato messo in evidenza dagli infortuni, soprattutto nel reparto offensivo, e dalle squalifiche, vedere la difesa di Verona-Lazio. E allora ecco che lo stop di Immobile fa volgere lo sguardo in po’ più in là, ossia al mercato di gennaio. Come potrebbe muoversi la società biancoceleste nella sessione invernale?

SOTTO OSSERVAZIONE – Come appare chiaro, sotto osservazione non possono non esserci due reparti: quello arretrato e l’attacco. La debacle contro Simeone e compagni è arrivata senza Acerbi e Luiz Felipe, fermati dal Giudice Sportivo. La partita del Bentegodi ha messo in evidenza le difficoltà di Radu come centrale e un Patric che, al di là di qualche buona prestazione, ha bisogno di una guida al suo fianco. La necessità di un centrale pare essere un qualcosa che si ripete da ormai un po’ di tempo in casa Lazio. Difficile in realtà pensare a un intervento a gennaio, anche se molto potrebbe legarsi alla situazione Vavro. Lo slovacco è ai margini del progetto e non ha mai trovato spazio. Una sua cessione, magari un ritorno al Copenaghen, potrebbe aprire scenari inattesi.

UN GRANDE FLOP – Passando al reparto offensivo, basterebbe un solo nome: Vedat Muriqi.  ll kosovaro sembra esser stato bocciato da Sarri, come testimoniato dal suo mancato utilizzo contro Marsiglia e Salernitana, persino a risultato acquisito. Complicato però riuscire a piazzarlo, visto quanto speso dai capitolini per acquistarlo. L’infortunio di Immobile potrebbe concedergli l’ultima chance, ma le sensazioni, prestazioni e numeri alla mano, non possono esser positive. Un’alternativa al buon Ciro serve come il pane e le vie del mercato sono infinite. Non resta che attendere quello che accadrà. Idee e strategie possono cambiare e il toto nomi può essere davvero dietro l’angolo.

AL TOP – C’è però un motivo di sorridere ed è il centrocampo. L’esplosione di Cataldi ha permesso di trovare un’alternativa più che valida a Leiva, permettendo al brasiliano di tirare il fiato. Con l’inserimento ormai perfettamente riuscito di Basic e un Luis Alberto ritrovato, in mezzo al campo la situazione potrebbe essere tutto sommato positiva. L’unica grana da risolvere sembrerebbe essere quella di Escalante. L’ex Eibar non ha convinto e una sua cessione potrebbe aprire a un innesto, magari in un altro reparto. Insomma, dubbi, domande e poche certezze. Il calciomercato della Lazio però potrebbe entrare nel vivo.